DIOCESI ADRIA ROVIGO Cambio di responsabili di parrocchie: Don Guido Lucchiari sarà nuovo parroco di San Pio X dopo essere stato ad occhiobello. I ringraziamenti del sindaco Daniele Chiarioni per l’attività svolta 

Dall’Altopolesine al capoluogo

Baccaglini VW locator

Sette anni ad Occhiobello dove ha instaurato un rapporto di collaborazione con l’amministrazione, da settembre  Don Guido Lucchiari sarà nuovo parroco di San Pio X. Lo ha deciso la curia di Rovigo spostando don Rossano Marangoni da San Pio X alla parrocchia di Corbola - Santa Maria in Punta e quindi trasferendo anche Don Guido Lucchiari



ROVIGO - Dopo essere stato parroco a Villadose e Santa Maria Maddalena, Don Guido Lucchiari arriva nel comune capoluogo. Da settembre sostituirà don Rossano Marangoni, parrocco di San Pio X, che sarà trasferito nella parrocchia di Corbola - Santa Maria in Punta. 

Stanno infatti per cambiare i responsabili di parecchie parrocchie della diocesi di Rovigo-Adria. Spostamenti decisi dalla curia di Rovigo che periodicamente ridefinisce la geografia dei parroci in base a diverse esigenze pastorali.

Alcune decisioni sono già state definite, e annunciate ai fedeli nella messa della domenica, altre invece saranno ufficializzate nei prossimi giorni. 

Di sicuro da settembre don Rossano Marangoni, per anni parroco di San Pio X, farà così ritorno nel Delta, essendo già stato parroco di Ariano nel Polesine, mentre don Guido Lucchiari ritorna in Medio Polesine e continuerà a ricoprire un importante incarico alla Cei, oltre ad essere assistente ecclesiastico nazionale del Movimento adulti scout cattolici italiani (Masci).

Da parte del sindaco di Occhiobello Daniele Chiarioni sono arrivati i ringraziamenti e saluti: “Un grande parroco, scelto sul finire del 2011 per affrontare una situazione non facile da gestire, a seguito del decesso di Don Gino Tosi. - racconta - Ciò sia per le dimensioni del territorio (la parrocchia è la più popolosa della Diocesi di Adria-Rovigo), che per le sue continue modificazioni, sia per la situazione finanziaria che ha dovuto affrontare, conseguente alla costruzione e gestione del Centro sociale parrocchiale di Via Gorizia. Problemi trattati spesso in positiva collaborazione con l'Amministrazione, che ha sempre riscontrato in lui, come pure in Don Valerio Valentini, in Don Paolo Cestarollo e in Don Alberto Rimbano, cioè in tutti coloro che lo hanno accompagnato in questi 7 anni, dei validi interlocutori, capaci di agire in favore della comunità. Mi spiace che questo periodo intenso e fecondo venga a terminare tutto sommato rapidamente, se confrontato alla consuetudine di questo territorio di tenersi stretti per lungo tempo i propri preti. Credo lasci una comunità che ha reso migliore di come la aveva trovata nel 2011. Sono pertanto convinto che la Parrocchia di San Pio X abbia fatto un ottimo acquisto. Nel salutarlo amichevolmente, mi piace ricordare come tra noi si fosse instaurato anche un ottimo rapporto personale, quasi capace di superare quello che ai miei occhi, è un suo grande difetto: essere tifoso juventino”.

31 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento