MOTORI ROVIGO Scettri, affiancato dal polesano Barison, torna a calcare i torridi asfalti della campagna veneziana, ad un anno dalla nascita del sodalizio patavino

A Scorzè il compleanno di Irontech Motorsport

Baccaglini VW locator

Valerio Scettri farà coppia con il polesano Michele Barison, e tornerà ad affrontare le roventi speciali dell'entroterra veneziano, nell'intento di cancellare in fretta il ricordo della passata edizione, quando noie tecniche costrinsero la trazione anteriore d'oltralpe allo stop anticipato.


OSPEDALETTO EUGANEO (PD) - Già un anno è passato da quel caldo mese di agosto 2017, quando una nuova realtà si stava affacciando sul panorama automobilistico nazionale: Irontech Motorsport.

La quindicesima edizione del Rally Città di Scorzè, che andrà in scena tra sabato e domenica prossimi, vedrà il sodalizio patavino spegnere la sua prima candelina, con la presenza dello stesso fondatore, Valerio Scettri, che sarà della partita con la consueta Renault Clio Williams di gruppo A.

Il gentlemen driver di Este, che farà coppia con il polesano Michele Barison, tornerà quindi ad affrontare le roventi speciali dell'entroterra veneziano, nell'intento di cancellare in fretta il ricordo della passata edizione, quando noie tecniche costrinsero la trazione anteriore d'oltralpe allo stop anticipato.

In una classe che vedrà al via piedi pesanti, tra i quali figura anche il vincitore assoluto dell'edizione 2007 e 2008 Mirko Carraro, l'obiettivo dell'equipaggio griffato Irontech Motorsport sarà quello, visto il precedente, di salire sulla pedana di arrivo nel cuore di Scorzè.

“Arriviamo da uno Schio abbastanza deludente” – racconta Scettri – “ma vogliamo presentarci a Scorzè con il sorriso perchè, assieme al nostro staff, avremo modo di festeggiare il primo compleanno di Irontech Motorsport. L'avventura è iniziata esattamente un anno fa, qui a Scorzè, ed è bellissimo poter tornare a questo splendido evento per questa ricorrenza. Tornando agli aspetti più tecnici abbiamo provveduto a sistemare quanto ci aveva creato problemi a Schio ma, in linea di massima, la vettura è rimasta invariata. Avremo in classe avversari molto impegnativi che, per noi, saranno ottimo termine di paragone per capire i progressi che potremo compiere durante questa lunga gara.”

Cambia pelle il Città di Scorzè targato 2018, con l'inedita prova spettacolo “Base” (1,98 km) pronta ad accogliere i quasi cento concorrenti iscritti, a partire dal pomeriggio di Sabato.

Undici i crono previsti per la Domenica, con una sola pausa a metà giornata: la “Resana” (4,06 km) avrà l'onere di aprire le danze e di far calare il sipario, essendo la prima e l'ultima da disputare, con una terza tornata prevista nel primo pomeriggio.

Il mosaico del percorso sarà completato dalla “Piombino” (2,90 km), “Fassinaro” (9,65 km), “Zero Branco” (9,55 km) e “Noale” (2,62 km), tutte da ripetere per due tornate.

“La gara si deciderà sicuramente sulle due prove più lunghe” – sottolinea Scettri – “ma, a dire il vero, dovremo fare i conti principalmente con le temperature, elevatissime come di consueto. Seppur gran parte delle speciali siano corte, il fatto di avere un solo parco assistenza alla Domenica alzerà il livello di difficoltà in quanto non sarà ammesso alcun passo falso. L'esperienza di Michele in questa tipologia di gara, arrivando dalla pianura, sarà determinante. Ci piacerebbe poter salire sul podio, per festeggiare al meglio il compleanno del nostro team.”

 

1 agosto 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

DOMINA fuori tutto

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento