EVENTI LENDINARA (ROVIGO) Sabato 4 agosto alle ore 21.30 per la rassegna Tra Ville e giardini si esibirà al giardino di Villa Dolfin Marchiori il chitarrista e cantante brasiliano di origini italiane Toquinho

La poesia della musica incontra quella del luogo

Baccaglini VW locator

Tra ville e giardini entra nel giardino più romantico del Polesine, quello di  Villa Dolfin Marchiori a Lendinara, dove andrà in scena l’icona della musica brasiliana nel mondo: si tratta di Toquinho che omaggerà la musica brasiliana e renderà un tributo a tutti i grandi amici con cui ha condiviso tanta musica e tanta poesia



LENDINARA (RO) - La parte centrale del calendario artistico di Tra ville e giardini 2018 come uno spettacolo pirotecnico concentra i suoi colori più suggestivi. Da un concerto internazionale ad un altro, dagli Yellowjackets a Noa, ora si porta in scena l’icona della musica brasiliana nel mondo.

E’ atteso al giardino di Villa Dolfin Marchiori a Lendinara, sabato 4 agosto, alle 21.30, Toquinho che celebra mezzo secolo di successi col concerto “Toquinho… 50+1”. Al fianco del chitarrista e cantante brasiliano di origini italiane, ci sarà una band con la voce di Greta Panettieri, il basso di Itaiguara Bandao, la batteria di Mauricio Zottarelli.

La poesia della musica dell’artista incontrerà quella del luogo, in una gara di bellezza senza precedenti. Infatti, il giardino di Ca’ Dolfin Marchiori, dimora veneziana del Cinquecento, risale invece all’Ottocento ed è una magnifica progettazione di “giardino romantico” dell’architetto paesaggista Giuseppe Jappelli, giunto fino a noi praticamente intatto col laghetto e l’isola della poesia e la torre neogotica.

Il live di Toquinho è lo sviluppo di un progetto artistico che omaggia la musica brasiliana e rende un tributo a tutti i grandi amici con cui Toquinho, nomignolo con cui la mamma chiamava Antonio Pecci Filho, ha condiviso tanta musica e tanta poesia. La “saudade” di Tom Jobim, che quest’anno avrebbe compiuto 90 anni, e del suo grande amico e collaboratore Vinicius de Moraes, di Baden Powell, Carlos Lyra, Chico Buarque, Menescal e tanti altri, si trasforma sul palco in uno spettacolo di grande fascino.

Il concerto entra direttamente in quell’anima poetica della Bossa Nova, il genere musicale nato in Brasile negli anni ’50 che trae origine dal samba, e suona con la magia inconfondibile degli “Afro sambas”, ripercorrendo tutti i brani che hanno fatto innamorare il pubblico in tutto il mondo. Milioni di appassionati hanno dentro il cuore le melodie di “La voglia e la pazzia, l’incoscienza e l’allegria”, “Senza paura,” “Samba della benedizione”, “Samba per Vinicius” ,“Aquarello”, solo per citare alcune delle canzoni legate alla carriera di grandi successi dell’artista. Toquinho, con la sua voce calda e quel tocco delicato sulla chitarra è una delle espressioni più pure e veritiere della forza e della storia musicale del Brasile.

2 agosto 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

DOMINA fuori tutto

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento