GIARDINI DUE TORRI ROVIGO Divergenza di vedute tra l’assessore Luigi Paulon e gli uffici competenti. La delibera è ancora ferma mentre il programma è già completo e aspetta solo il via libera della giunta

Estate in città prigioniera della burocrazia

Baccaglini VW locator

L’interpretazione di alcune norme sta causando qualche problema al via libera delle manifestazioni nei giardini delle Due Torri. L’assessore agli Eventi afferma che l’accordo con commercianti e promotori non è mai venuto meno e che le manifestazioni dureranno fino a fine gennaio 2019


ROVIGO - Estate in città e programma degli eventi all’ombra delle Due Torri in stallo. La delibera che era attesa per oggi, giovedì 9 agosto, in giunta dall’assessore agli Eventi e manifestazioni, Luigi Paulon  ha subito un nuovo stop. “Non conosco ancora i motivi per cui gli uffici hanno bloccato il tutto - ha spiegato l’assessore - l’accordo con i commercianti e con i promotori non è mai venuto meno. Il problema sta nell’interpretazione delle norme che io vedo in una maniera e gli uffici comunali in un’altra”. In pratica una divergenza di vedute. “E’ un problema burocratico e non politico. Con le associazioni andiamo d’accordo. Anzi, siamo tutti amareggiati per questa situazione”. 

Non è dato sapere entro quando si dovrebbe sbloccare il tutto ma - si spera - che i tempi saranno rapidi perché, se è vero che il programma è già stato completamente definito fino al 31 gennaio 2019, è altrettanto vero che l’estate fa presto a passare e i rodigini che rimangono in città rischiano di rimanere a bocca asciutta… in tutti i sensi.

9 agosto 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento