Condividi la notizia

Costa continua con gli attacchi all’associazione. Vezzaro ancora in ospedale

CASO EX MANICOMIO GRANZETTE ROVIGO Dopo l’investimento del presidente dell’associazione Devis Vezzaro proseguono le accuse di Roberto Costa a I luoghi dell’abbandono. Ora è “difensore" di una donna del posto che domenica si sarebbe presentata alla visita

0
Succede a:
Prosegue la contro-informazione di Roberto Costa nel blog da lui gestito sulla vicenda che lo ha visto investire il 18 agosto scorso con la propria vecchia Golf il presidente dell’associazione che gestisce l’ex manicomio di Granzette. Struttura che fino a qualche mese fa era usata da Costa per le proprie visite. Quando l’Ulss 5 polesana, proprietaria dell’ex ospedale, ha pubblicato il bando per la ricerca di un gestore del luogo, che si facesse carico delle spese di manutenzione e ripristino in sicurezza del parco e dei padiglioni, ha partecipato solo una associazione, I luoghi dell’abbandono. Ora Vezzaro è ancora ricoverato in ospedale mentre Costa, giornalista, scrive nel proprio blog a più riprese, non mancando di fare ogni volta il conto di tutte le denunce che ha presentato proprio nei confronti dall’associazione “nemica”, almeno 11, per presentare la propria versione di fatti che avrebbero preceduto l’investimento. Versione che non ha testimoni. Un ultimo episodio che vede Costa scrivere nel proprio blog contro l’associazione I luoghi dell’abbandono, quello di una signora arrivata col il figlio disabile nel giorno di visita con prenotazione e pagamento di biglietto all’ex manicomio, a meno di 30 minuti dalla chiusura, mentre i volontari erano già intenti a far defluire i 200 visitatori verso l’uscita, invitata a ritornare il mercoledì per avere più tempo e calma nell’attraversare e ammirare parco e padiglioni. Vezzaro dall’ospedale: “Disabili e accompagnatori entrano gratis all’ex manicomio, come nelle altre strutture che gestiamo"
Articolo di Martedì 28 Agosto 2018

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it