COMUNE ARIANO NEL POLESINE (ROVIGO) I consiglieri comunali Luisa Beltrame, Davide Tessarin e Laura Modena interrogano il sindaco per capire il motivo per la mancata attivazione del trasporto per i bambini della scuola dell’infanzia di Piano di Rivà

Ritardi sulle convenzioni per i pulmini, si cercano i perché

Strenne in Piazza Natale 2018

Ancora una volta i consiglieri comunali di minoranza evidenziano la mancanza dell’amministrazione comunale nel non garantire a tutti i suoi cittadini gli stessi diritti, le stesse opportunità, nei medesimi tempi: il servizio di trasporto per i bambini che frequentano la scuola dell’infanzia di Piano di Rivà non partirà con l’inizio della scuola ma dal 24 settembre a differenza della scuola statale dell’infanzia di Santa Maria in Punta che invece partirà regolarmente 



ARIANO NEL POLESINE (RO) - Un altro anno scolastico è pronto a partire per gli alunni della scuola dell’infanzia di Piano di Rivà, ma senza il servizio di trasporto. A farlo presente sono i consiglieri comunali di Ariano nel Polesine Luisa Beltrame, Davide Tessarin e Laura Modena che hanno presentato una interrogazione in merito al sindaco e la giunta comuanle. 

“Rileviamo come anche quest’anno non sarà attivo il servizio di trasporto a favore dei bimbi che sono iscritti alla scuola dell’infanzia di Piano di Rivà, se non prima del 24 settembre. - affermano - Il trasporto per i bambini che già da domani inizieranno a frequentare il dopo scuola presso la scuola dell’infanzia di Ariano centro, non partirà se non la prossima settimana, ed in ogni caso per 8 bambini non vi sarà il servizio, per mancanza di posto e nessuna soluzione è stata adottata né cercata da parte del sindaco e dell’amministrazione. Il servizio di trasporto per la scuola statale dell’infanzia di Santa Maria in Punta invece partirà regolarmente con l’inizio dell’anno scolastico”. 

I tre consiglieri spiegano che assicurare il servizio di trasporto per tutti i bambini del Comune è un dovere per il Comune, ed è un diritto per le famiglie: “Garantire il servizio di trasporto rappresenta una forma di aiuto indirizzata anche a favorire la frequenza alle scuole da parte delle famiglie del territorio ed un incentivo alla valorizzazione di tutti gli istituti scolastici presenti che possono così offrire a tutte le famiglie un servizio completo e valido. La convenzione che il Comune ha sottoscritto con le scuole dell’infanzia di tutto il comune garantisce il servizio del trasporto con le stesse modalità previste per il servizio svolto per tutte le altre scuole del territorio. I genitori hanno presentato la domanda già a giugno scorso, al termine dell’anno scolastico, e dunque non si potrà addurre alcuna scusante per il diverso trattamento che viene evidentemente riservato, che non tutela e non garantisce le famiglie nel loro diritto di vedersi aiutati nella gestione della frequenza della scuola dei propri figli. Non vi sono famiglie di serie A e famiglie di serie B, figli che hanno diritti e altri che ne hanno meno, scuole che meritano assicurato ogni servizio e altre che invece lo potranno avere solo se residua, ma purtroppo dopo anni ancora oggi si presentano i medesimi disservizi e le medesime disparità”.

Per questo i tre consiglieri chiedono quale sia la ragione per la quale anche quest’anno non sarà attivato il servizio di trasporto per i bambini che frequentano la scuola dell’infanzia di Piano di Rivà, già con l’inizio dell’anno scolastico e se si ha l’intenzione di far fronte a tale disagio. 

 

 

11 settembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Baccaglini VW locator

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento