INTERROGAZIONE AL SINDACO ROVIGO Il consigliere del Movimento 5 stelle riceverà una risposta scritta. Per Giovanni Tesoro è stato chiesto il rinvio a giudizio per peculato 

Vernelli: “Perché il comandante non è stato spostato dal suo ruolo?”

Confartigianato evento 21 novembre 2018

Ivaldo Vernelli (M5s) chiede al sindaco Bergamin perché il comandante della polizia locale non sia stato spostato dal proprio ruolo. Giovanni Tesoro è in attesa dell’udienza preliminare per sapere se sarà imputato o il suo caso sarà archiviato



ROVIGO - “Perché il comandate Tesoro non è stato spostato?”. L’interrogazione di Ivaldo Vernelli del Movimento 5 stelle al sindaco Massimo Bergamin è unica e secca. Gelo in consiglio comunale, il 13 settembre, dopo la domanda. Prende la parola il presidente del consiglio Paolo Avezzù: “Riceverà una risposta per iscritto”.

Il comandante della Polizia locale Giovanni Tesoro, per il quale il procuratore capo Carmelo Ruberto, ha richiesto il rinvio a giudizio per peculato (LEGGI ARTICOLO) non ha subito alcun provvedimento, neanche temporaneo, da parte dell’amministrazione comunale. 

Ad agosto il sindacalista Paolo Zanini della Fp Cgil era intervenuto sulla vicenda di un vigile che dal Comando era stato passato all’ufficio Urp per il coinvolgimento nella vicenda giudiziaria dell’esposto anonimo contro il dirigente Giovanni Tesoro, mentre il comandante era rimasto al suo posto, “Due pesi e due misure: il Comandante” disse Zanini (LEGGI ARTICOLO). 

“Ad ostacolare lo spostamento di Tesoro - spiega Vernelli - sarebbe la difficoltà di trovare un dirigente disposto ad assumersi la responsabilità di un comparto dai difficili rapporti umani e gravato da adempimenti “rischiosi”. E altrettanto controversa sarebbe l'assegnazione del nuovo incarico a Tesoro: servizi sociali, come sarebbe prevedibile? 

Commercio, come vorrebbe il sindaco che in giunta è già scontento della cautela manifestata dal nuovo dirigente Scalabrin?”. “Qualcuno ha addirittura ipotizzato di collocare il dottor Tesoro - prosegue il consigliere pentastellato - al posto di Nicoletta Cittadin, per motivi che appaiono francamente inesplicabili”.

“Io chiedo invece al dottor Tesoro, che giustamente attende una completa assoluzione sin dalle prime fasi del processo: perché intanto non si colloca volontariamente in aspettativa?

Sarebbe un gesto eticamente lodevole, memore dello stile e dell'onore caratteristico dei funzionari pubblici di un'epoca di esemplare lealtà”. 

Per quanto riguarda il caso giudiziario di Tesoro il prossimo passo sarà di fronte al Gup il quale deciderà se archiviare e scagionare gli indagati, oppure procedere su strade che potrebbero essere molteplici, il patteggiamento, il rito abbreviato oppure il dibattimento.

14 settembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento