INCIDENTE ROVIGO Nel sottopasso di via Zuccherificio centauro a terra, ma chi ha causato il sinistro è scappato. La vittima ha preso nota della targa

Vivo per miracolo, è caccia al pirata

Confartigianato evento 21 novembre 2018

E’ passato con il rosso, ha stretto nella morsa del veicolo e del muro della galleria il motociclista rodigino e poi è scappato a tutta velocità. E’ caccia al pirata che guidava una Ford Mondeo grigio chiaro, sul posto è intervenuta la Polizia locale e il Suem



ROVIGO - E’ successo giovedì 13 settembre in via Zuccherificio, nel sottopasso che collega il capoluogo a Granzette intorno alle 12 e 30. In pieno giorno Massimiliano Barbierato, ex calciatore di discreto livello, era in sella alla sua moto Ducati Monster. 

Il sottopasso ferroviario è stretto, per questo esiste un impianto semaforico che consente il passaggio alternato. Barbierato lo ha imbucato con il verde, ma in una frazione di secondo si è trovato un’auto davanti che lo ha inevitabilmente spinto contro il muro, visto che non c’era altra via di fuga. 

“E’ sbucata dal nulla, era una Ford Mondeo grigio chiaro di circa dieci anni fa, proveniva da Granzette, ho anche la targa”. Sul posto sono prontamente intervenuti gli agenti della Polizia Locale e il personale del Suem. Poteva morire, invece se l’è cavata con diverse escoriazioni, la più grave sul gomito che ha urtato il muro della galleria. “Non credo che ritornerò più in moto, sono terrorizzato. Ma la cosa che mi ha sconvolto è che chi guidava la Mondeo non si è neppure fermato a prestare soccorso, appena si è reso conto che ero ferito è scappato a tutta velocità. Devo ringraziare di cuore una dipendente dell’Aliper che mi ha prestato il primo soccorso”. Oltre ai danni fisici e psicologici anche quella al mezzo a due ruote. La caccia al pirata della strada è aperta, potrebbe avere le ore contate.

14 settembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento