Condividi la notizia

Risolto il caso piscine. Pagando

CASO PISCINE POLO NATATORIO ROVIGO C’era il pericolo default per Palazzo Nodari che vedeva il Comune obbligato in solido per i debiti contratti da Veneto Nuoto con Unipol. Bilancio pesante per i rodigini

0
Succede a:
La buona notizia è che si è evitata la catastrofe, si sarebbe potuto pagare pure di più, visto che ad un certo punto Palazzo Nodari ha vissuto lo spettro di dover intervenire in surroga di Veneto Nuoto per 8 milioni di euro. La svolta arriva con Padova Nuoto che reperisce nel mercato del credito il minimo indispensabile per aderire alla proposta di saldo e stralcio avanzata da Unipol Banca, ma attualmente scaduta nei termini. In ogni caso il Comune di Rovigo se la cava pagando per il futuro solo 5 milioni e 900mila euro (rispetto all’ultimo conteggio LEGGI ARTICOLO 300mila euro se li accollerebbe Asm spa), avendone già pagati  3,6 milioni di euro più 250mila per 7 anni pari ad un totale di 5 milioni e 350mila euro. Insomma per il Comune la partita del caso piscine si chiuderà avendo speso la modica cifra di 11 milioni e 250mila euro senza aver incassato 1 euro da biglietti d'ingresso o corsi di nuoto
Articolo di Sabato 15 Settembre 2018

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it