DIRITTO E TUTELA 3.0 L’avvocato Fulvia Fois interviene sul tema famiglia e sull’affidamento dei figli minori dopo una separazione 

Dopo le separazioni arriva la condivisione equa della genitorialità

Strenne in Piazza Natale 2018

Fulvia Fois risponde ai dubbi sul tema dell’affidamento dei figli minori, le condizioni per un affidamento condiviso ed i casi in cui invece è esclusivo 


Cari lettori,

una questione di particolare interesse, che di frequente sottoponete alla mia attenzione è certamente quella che riguarda l’affidamento dei figli minori.

Ma che cosa si intende per affidamento dei figli?

Con il termine affido dei figli si intende la ripartizione della responsabilità genitoriale sui figli minorenni in situazioni di non convivenza, causata dalla separazione dei genitori, scioglimento, cessazione degli effetti civili, annullamento, nullità del matrimonio o all’esito di procedimenti relativi i figli nati fuori dal matrimonio. 

Attualmente la regola di affido privilegiata che maggiormente rispetta il principio di bigenitorialità è quella condivisa.

Ma cosa si intende per affidamento condiviso?

Seppur in linea generale si intende l'attribuzione stabile ad entrambi i genitori dell'esercizio della responsabilità genitoriale in regime di comune accordo.

Quali sono i presupposti essenziali per l’affido esclusivo?

Essenzialmente sono l’assenza di “conflittualità insanabili” tra i genitori, ovvero il permanere di un’“armonia” tra gli stessi nonostante l’intervenuta separazione.

Peraltro quando il giudice dispone l’affidamento condiviso, provvede anche sulla residenza dei figli: generalmente viene precisato presso quale dei genitori la prole deve vivere abitualmente, determinando i tempi e i modi della presenza dei figli presso ciascun genitore.

Va doverosamente precisato che, salvo non sia stabilito diversamente, le decisioni di maggiore interesse per i figli, quali sono quelle inerenti l’istruzione, l’educazione, la salute, pur sempre tenendo conto delle inclinazioni e delle aspirazioni dei figli, devono essere concordate tra i genitori.

Quando il Giudice dispone l’affidamento esclusivo?

Il modello dell’affido esclusivo ad uno solo dei genitori può essere disposto dal Giudice nel caso in cui questi ritenga, con provvedimento motivato, che l'affidamento all'altro sia contrario all'interesse del minore.

In questo caso, facendo salvi, per quanto possibile, i diritti del minore nei confronti dell’altro genitori.

In ogni caso non sono considerati validi motivi per l'affidamento ad un solo genitore:

1) il conflitto tra i genitori, se questi singolarmente non si comportano in modo contrario all'interesse del minore;

2) la lontananza fisica dei due genitori;

3) la tenera età del minore.

 

NOVITA’

Vi segnalo per chi ne fosse interessato che attualmente in Commissione Giustizia del Senato vi è all'esame un Disegno di legge, particolarmente discusso da parte delle associazioni che si occupano di diritto di famiglia, che prevede rilevanti novità in materia di affido condiviso, mantenimento diretto della prole e garanzia della bigenitorialità, con doppia residenza o meglio domicilio per i figli.

L’obiettivo di questo disegno di legge è la completa condivisione delle responsabilità genitoriali, l’affidamento condiviso dei figli minori, il diritto al mantenimento di un rapporto equilibrato e continuativo con entrambi i genitori trascorrendo con gli stessi un tempo minimo adeguato (almeno 12 giorni al mese con pernotti) ovvero un tempo c.d. paritario, salvo i casi di impossibilità materiale.

Infatti, qualora uno dei genitori non avesse la possibilità di ospitare il figlio in spazi adeguati, perderebbe anche il diritto di tenerlo con sé secondo tempi paritetici ed equipollenti.

Già ora, ad ogni modo, consiglio sempre di organizzare la casa del genitore non collocatario prevalente in modo da renderla adeguata e confortevole per il figlio che dovrà ritenerla a tutti gli effetti come una sua seconda casa.

Questa rubrica non ha carattere esaustivo e risolutivo rispetto ai singoli argomenti trattati che dovranno, viceversa essere approfonditi da un professionista caso, per caso.

Se avete piacere di rivolgermi casi concreti che potrò pubblicare sulla rubrica, non esitate a scrivermi.

 

Avvocato Fulvia Fois
dirittoetutela3.0@gmail.com

7 ottobre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

DOMINA fuori tutto

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento