SINDACATI ROVIGO Davide Benazzo è stato rinominato segretario generale della Cgil Fp durante il congresso del 9 ottobre  

Benazzo riconfermato alla guida della funzione pubblica 

Confartigianato Polesine 11 dicembre 2018
Un congresso fortemente caratterizzato dal grande dibattito sui temi che riguardano, oltre ai lavoratori impiegati, i più importanti settori che riguardano la vita stessa dei cittadini e i loro diritti, come la sanità il sociale ma anche le società partecipate dimostrando quanto la Funzione pubblica della Cgil sia impegnata e riconosciuta nel ruolo di rappresentanza nel settore. Davide Benazzo nell’occasione è stato confermato segretario 

ROVIGO - Giornata di interventi e approfondimenti a 360° sulle problematiche dei vari settori curati dalla Funzione pubblica, dalla sanità al sociale fino alle società partecipate, durante l’11° congresso che si è tenuto il 9 ottobre all’Hotel Regina Margherita ed ha visto la riconferma di Davide Benazzo a segretario generale

Una giornata ricca che ha visto impegnati i 43 delegati rappresentativi dei tanti enti ed aziende della provincia. Tanti anche gli invitati a rappresentare i settori dove è impegnata la categoria. Presenti il consigliere regionale Graziano Azzalin, il direttore generale dell’Ulss 5 Antonio Compostella, il sindaco di Adria Omar Barbierato, l’Ad di Ecoambiente Ivano Gibin, il vice presidente di Uripa e presidente del Csa di Adria Sandra Passadore, il Presidente di Aiop Vittorio Morello e la presidente di Federsolidarietà di Rovigo e presidente della cooperativa Sociale Laerte Cristina Santi. 

Nel pomeriggio poi è intervenuta l’onorevole Margherita Miotto. A presiedere i lavori il segretario generale della Cgil di Rovigo Fulvio Dal Zio e il segretario generale della Funzione pubblica del Veneto Daniele Giordano. Dopo la relazione del segretario Davide Benazzo è iniziato il dibattito tra i delegati, dove gli ospiti hanno portato il loro contributo tecnico e politico in merito alla situazione che i vari settori che rappresentano stanno vivendo. Si è parlato molto di sanità, di socio sanitario e del sociale e delle grandi criticità presenti nel territorio. E’ stato più volte evidenziato l’importanza delle amministrazioni locali e della Regione, “che spesso latitano o sono divise, nei tanti temi tra i quali anche le Partecipate pubbliche, soprattutto in una Provincia dove molto più di altre vi è bisogno di rappresentanza politica forte e di coesione” afferma Benazzo. Si è poi discusso di riorganizzazione amministrativa dove è ulteriormente emerso l’errore commesso con le Province e la necessità di creare aggregazione.
Nel pomeriggio sono ripresi i lavori con il proseguo del dibattito e l’intervento di Miotto che ha fatto un focus sull’integrazione socio sanitaria che ha determinato la peculiarità del sistema Veneto, unico in Italia, partendo dagli anni ’70 che ne ha visto la nascita fino ai giorni nostri, evidenziando poi come le scelte della Regione di questi ultimi anni lo stia fortemente mettendo in discussione. 

Terminato il dibattito sono stati votati i delegati alle istanze superiori del congresso e gli organismi della categoria, direttivo formato da 31 delegati e l’assemblea generale formata da 33 delegati. Gli eletti all’assemblea generale hanno poi eletto il segretario generale riconfermando nel ruolo Davide Benazzo che, chiudendo il congresso, ha ringraziato tutti, in particolar modo i tanti delegati presenti nei posti di lavoro, vero cuore pulsante della Cgil.
10 ottobre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

DOMINA fuori tutto

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento