INIZIATIVE PROVINCIA ROVIGO Domenica 14 ottobre le fattorie didattiche del Veneto aprono le loro porte a famiglie e bambini. Ecco le 15 del Polesine 

Visita in fattoria basta prenotare

Foto Gli Orticelli di Giulia di Adria
DOMINA fuori tutto

Sono 15 le fattorie didattiche polesane che hanno deciso di partecipare alla 16esima edizione della manifestazione regionale “Giornata aperta delle Fattorie Didattiche” dove si terranno percorsi, attività e laboratori per le famiglie ed i bambini con lo scopo di promuovere stili di vita sani, consapevoli e sostenibili 



ROVIGO - E fanno sedici! A tante edizioni è giunta la “Giornata aperta delle fattorie didattiche”, manifestazione promossa dalla Regione in collaborazione con le organizzazioni professionali del settore agricolo, in programma domenica prossima 14 ottobre.

“Un appuntamento che non conosce stanchezza – sottolinea Federico Caner assessore al turismo e alla promozione – atteso dagli alunni, dalle scuole e dalle famiglie perché nella sua semplicità riesce a coinvolgere e a destare interesse e curiosità per un mondo, quello delle produzioni agricole, che appartiene alla nostra comunità regionale più di quanto essa stessa sia consapevole. Nella fatica, nella passione delle donne e degli uomini che lavorano nei campi e nelle aziende, ci sono la storia e l’identità di un veneto che abbiamo tutti il dovere di rispettare, preservare e promuovere. Una ricchezza che è economica ma anche morale, un invito a stili di vita sani e responsabili che questa iniziativa vuole promuovere”.     

Le aziende agricole e agrituristiche venete che hanno dato la loro adesione sono ben 168, un numero superiore a quello degli ultimi anni. Di queste 15 sono polesane. Si tratta de Gli orticelli di Giulia di Adria, Casa Ramello e L’Ocarina di Ariano nel Polesine, Le Clementine di Badia Polesine, Valgrande di Bagnolo di Po, Di Fiore in fiore di Calto, Fenilon e La Frattesina di Fratta Polesine, La Galassa di Gavello, Corte Milana di Papozze, La Fraterna di Porto Tolle, Ca’ Ballarin di Rosolina, Il Bosco di Rovigo, Val di Rana di Trecenta e Corte Veneziana di Villadose. 

Si possono visitare gratuitamente ma è indispensabile effettuare la prenotazione alla fattoria prescelta, individuandola nell’elenco completo, suddiviso per le sette province venete.

Protagoniste del progetto, insieme agli agricoltori, sono come sempre le scuole, con le loro attività, i percorsi didattici, i laboratori, e il filo conduttore della giornata sono i due concorsi “Quale idea!”, organizzato dall’Arpav e “Raccontiamo la Salute con 6 A” (Agricoltura, Ambiente, Alimentazione, Attività motoria, Arte, Amicizi@), promosso dalla Regione in tutte le classi delle scuole primarie del Veneto.

 


 

10 ottobre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Baccaglini VW locator

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento