ISTRUZIONE ROVIGO Al Celio Roccati il seminario “Mettersi in proprio” e la presentazione della esperienza formativa di quattro studenti dell’Alternanza scuola lavoro 

La cultura d’impresa inizia a scuola

DOMINA fuori tutto

Il progetto è stato orientato a diffondere la cultura del lavoro, il ruolo sociale dell’impresa e a sviluppare nello studente una capacità di lettura più ampia del mondo imprenditoriale locale. Per capire la realtà circostante e viverla in modo costruttivo e partecipato anche in funzione di una scelta post liceale


ROVIGO - Con il seminario Mip (Mettersi in proprio), gli alunni delle classi terze del liceo Celio Roccati di Rovigo hanno conosciuto da vicino la cultura del lavoro. L’attività, che si è svolta lo scorso 4 ottobre nell’auditorium “Margherita Hack” di Rovigo, è stata condotta da Alberto Previato, direttore dell’incubatore tecnologico “t2i Trasferimento Tecnologico e Innovazione”, la nuova società consortile per l’innovazione promossa dalle Camere di commercio di Treviso, Verona e Venezia-Rovigo-Delta Lagunare.

Presentato dalla dirigente scolastica del liceo Roccati, Annamaria Pastorelli, e dalla referente di istituto dell’Alternanza scuola lavoro, Alessandra Grompi, il seminario si inserisce in un percorso di sensibilizzazione alla cultura d’impresa, compreso nell’ambito delle esperienze offerte dall’istituto per attività di Alternanza scuola lavoro - anno scolastico 2018/2019.

Si è valorizzato il patrimonio culturale e scientifico degli studenti declinandolo secondo obiettivi operativi, secondo le necessità di sviluppo, grado di qualità e di innovazione dell’istruzione superiore richiesto dagli standard europei, formando risorse umane dotate di alte conoscenze, nonché di competenze idonee ad accedere proficuamente al mondo del lavoro. La società T2i, unitamente all’istituzione scolastica, ha sostenuto i giovani nei diversi ambiti promuovendo l’interazione tra il sapere e il saper fare, cornice all’interno della quale si collocano i percorsi di Alternanza scuola lavoro.

Il percorso formativo è stato proposto per la prima volta lo scorso anno scolastico a 15 studenti che hanno partecipato a lezioni e laboratori per la conoscenza delle strategie di marketing e di gestione di impresa, al fine di acquisire delle competenze utili per la gestione autonoma delle imprese formative simulate ideate da loro in collaborazione con l’Incubatore di imprese t2i di Rovigo.

Al termine della presentazione, gli alunni Carlo Lazzarato e Angela Scorzoni hanno presentato la loro esperienza formativa, mettendo in evidenza che “l’impresa simulata è un’esperienza che si può riassumere in tre parole chiave: autonomia, fantasia e concretezza”, permettendo di “comprendere le proprie capacità organizzative e creative e di mettere in gioco tutte le proprie facoltà e competenze”.

Aurora Zanforlin e Kevin Maneo hanno poi mostrato la loro business idea, strutturata in base a quanto appreso durante il percorso formativo: si tratta di due app per la vendita di opere d’arte e per la divulgazione di informazioni sportive relative agli sport minori praticati nel territorio di Rovigo.

 

 

11 ottobre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Strenne in Piazza Natale 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento