ELEZIONI PRESIDENTE PROVINCIA ROVIGO Francesco Siviero, primo cittadino del comune bassopolesano, trova la convergenza politica e le firme 

La seconda candidatura c’è: è il sindaco di Taglio di Po

Strenne in Piazza Natale 2018

Il Pd ce l’ha fatta a presentare la lista alternativa a Ivan Dall’Ara: il sindaco di Taglio di Po, Francesco Siviero. 129 firme autenticate per la candidatura presentata ufficialmente alla commissione elettoriale di Palazzo Celio entro le 12 dell'11 ottobre. "Siviero à la figura che incarna il rinnovamento" spiega il segretario del Pd Traniello Gradassi 



ROVIGO - Alle 11.20 Francesco Siviero è già davanti alla commissione elettorale. A presentare la sua candidatura a presidente della Provincia sono i colleghi sindaci Vinicio Piasentini, primo cittadino di San Martino di Venezze, e Leonardo Raito, di Polesella. 129 le firme raccolte, di tutti i consiglieri Pd nei vari comuni della provincia e altri di area civica, come da Adria. “Una candidatura di ampia area civica, che tiene conto di liste civiche e del centro sinistra con un programma articolato di innovazione, giovane e fresco” spiega il segretario provinciale del Pd Giuseppe Traniello Gradassi. “Francesco Siviero è una figura che incarna veramente un rinnovamento” conclude Gradassi. "Il centrosinistra è vivo" ha commentato Piasentini.

La consegna della candidatura doveva essere entro le 12 di oggi 11 ottobre. C’è stato qualche momento di tentennamento nei giorni scorsi fino alla disponibilità a candidarsi del sindaco di Taglio di Po. Poi nel giro di poche ore la raccolta delle firme autenticate o dal consigliere provinciale delegato Claudio Bellan o dai sindaci dei vari Comuni.

Quindi il 31 ottobre, dalle 8 alle 20, i consigli comunali di tutti i comuni della provincia potranno votare o Ivan Dall’Ara sindaco di Ceregnano di area centrodestra (LEGGI ARTICOLO), o Siviero che rappresenta civici e centrosinistra. 

"Vogliamo raccogliere tutto il panorama amministartivo della provincia - afferma Siviero poco dopo l'autenticazione delle firme  - siamo aperti al dialogo e non accettiamo imposizioni. Avere poi l'appoggio di molti sindaci che hanno già ricoperto questo ruolo è più facile per l'organizzazione". 

 

11 ottobre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

DOMINA fuori tutto

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento