FORZE DELL’ORDINE ROVIGO Operazione periferie sicure su ampia scala che ha visto coinvolte dal 24 al 29 settembre Polizia di Stato e Municipale, Carabinieri e Guardia di Finanza

Richiedenti asilo spacciano droga. Arresto durante il maxi controllo

Strenne in Piazza Natale 2018

Un modello virtuoso di collaborazione tra tutte le forze di Polizia che può costituire un riferimento per altre operazioni che ci saranno in futuro. Uno sforzo notevole. Arrestato un richiedente asilo trovato in possesso di droga e che alla vista degli uomini in borghese della Squadra mobile e della Finanza è scappato, denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale. 

Tante le sale slot e i bar controllati, non tutti in regola. I Carabinieri hanno messo in campo anche il reparto ad alto impatto di Mestre. 

Polizia Locale impegnata non solo nel capoluogo, ma anche a Rosolina, Porto Tolle, Porto Viro, Adria, Lendinara, Badia Polesine ed Occhiobello


ROVIGO - Sicuramente è un’esperienza da ripetere, il controllo del territorio è fondamentale, soprattutto per il senso di sicurezza percepita dai cittadini. Rovigo è stata scelta dal Ministero degli Interni insieme ad altre quindici province per una operazione mirata al controllo delle periferie. Polizia di Stato che ha operato con 240 uomini più 50 a supporto da altre province e l’unità cinofili di Padova. 1100 persone controllate 7 denunce e un arresto, 500 controlli di auto e moto, 7500 attraverso i dispositivi elettronici a disposizione delle vetture della Polizia.

Carabinieri che hanno avuto il supporto anche della Compagnia di Mestre con il servizio di prevenzione ad alto impatto, 72 le pattuglie in totale sul territorio, 216 mezzi controllati, e 33 esercizi pubblici. Operazione interforze che ha visto impiegata anche la Guardia di Finanza con 35 uomini e 19 pattuglie e la Polizia locale non solo di Rovigo, ma anche dei comuni di Rosolina, Porto Tolle, Porto Viro, Adria, Lendinara, Badia Polesine ed Occhiobello.  

Dal 24 al 28 settembre con due fasi ben distinte, la prima per contrastare lo spaccio di droga, la secondo contro l’abusivismo commerciale.

Squadra mobile che con la Guardia di Finanza ha arrestato un richiedente asilo in attesa di permesso di soggiorno. Uomini in borghese che hanno battuto palmo a palmo piazza XX Settembre e giardini di viale Marconi, ma è sulla pista ciclabile Baden Powell dove è avvenuto il fermo.

Cinque africani erano comodamente seduti sulle panchine, alla vista della Polizia e della Finanza in tre sono scappati, uno si è addirittura lanciato giù dal sottopasso rischiando grosso, un cittadino nigeriano del 1992 è stato fermato con 20 grammi di marjuana. Arrestato anche per resistenza a pubblico ufficiale, è stato rimesso subito in libertà perchè incensurato. Segnalati alla Prefettura nella stessa operazione diversi assuntori di stupefacenti, sequestrati 35 grammi di marijuana e due armi da taglio.

Polizia locale che messo in campo 24 uomini, 35 le persone controllate, uno è stato trovato non in regola con il permesso di soggiorno ed è stato inviato a presentarsi in Questura. 65 gli automezzi controllati, nella seconda parte della settimana 31 gli esercizi commerciali tra cui diverse sale slot dove sono state riscontrate 4 violazioni per il rispetto degli orari. Immediata la sanzione amministrativa.  

Sul fronte dell’abusivismo tanti i controlli, prese si mira le sale slot. Finanza che ha controllato 70 persone, qualche sanzione di tipo fiscale per scontrini non emessi, e complessivamente ha controllato 30 esercizi commerciali, anche a Loreo in occasione della fiera.

L’ufficio immigrazione della Questura ha visitato anche le strutture ricettive della città, oltre a sei sale giochi. Una donna serba è stata trovato priva del permesso di soggiorno, deferita all’Autorità Giudiziaria insieme al gestore della struttura dove alloggiava temporaneamente. Denunciato un titolare cinese di un bar che non aveva esposto la tabella dei giochi proibiti vidimato dal Questore, un secondo per la violazione in merito alla sicurezza nei luoghi di lavoro. C’era pure una uscita di sicurezza bloccata.

 

11 ottobre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

DOMINA fuori tutto

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento