ISTRUZIONE BADIA POLESINE (ROVIGO) Venerdì 12 ottobre alla media Ghirardini si è tenuta la seconda delle undici tappe autunnali del progetto di protezione civile “Scuola sicura Veneto”

“Oggi avete imparato a mettere in sicurezza voi stessi e chi non riesce a farlo" 

Baccaglini VW locator
Con l’obiettivo di imporre e divulgare i comportamenti corretti per la sicurezza propria e altrui il progetto regionale “Scuola sicura Veneto” venerdì 12 ottobre è giunto alle scuole medie “Gherardo Ghirardini”

BADIA POLESINE (RO) - La scuola media “Gherardo Ghirardini” venerdì 12 ottobre, nell’ambito del progetto “Scuola sicura Veneto 2018” promosso dall’assessorato alla Protezione civile della Regione, è stata protagonista di un’imponente e convincente “prova generale”. 

Presenti gli assessori regionali Gianpaolo Bottacin Cristiano Corazzari nonché la giunta comunale al completo, a fare gli onori di casa il dirigente scolastico Amos Golinelli. L’esercitazione ha coinvolto gli alunni della scuola media della città, la Protezione civile, il Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Rovigo, il Suem 118 ed il Nucleo di volontariato e protezione civile Polesine di Badia Polesine. 

Nell’attuazione del piano d’emergenza gli enti preposti al soccorso sono intervenuti sul posto mettendo in atto spettacolarmente tutte le attività e le verifiche previste dal caso. A galvanizzare l’attenzione dei ragazzi ha contribuito l’elicottero dell’elisoccorso regionale di Padova che, planando nell’area adiacente la scuola dedicata allo sport, ha simulato perfettamente il soccorso ad un civile ferito. Concluse le operazioni si è svolta una riunione tecnica nell’aula magna con gli addetti coinvolti  per analizzare le procedure di sicurezza adottate. 

Dopo un immancabile confronto dal quale non sono emerse particolari criticità, l’assessore regionale Bottacin ha manifestato un giudizio sostanzialmente positivo della prova dichiarando: “Questa è la parte più importante, perché si fa la sintesi di quella che è una verifica puntuale di quello che accade nelle scuole di tutto il Veneto per creare una cultura della sicurezza; una cultura vera. I ragazzi ora sanno cosa devono fare, la scuola sa quello che deve fare così come i volontari, i Vigili del Fuoco ecc. In questo caso, non ho rilevato gravi carenze, tranne alcune situazioni sistemabili facilmente nell’ottica di garantire, in caso di emergenza vera, il funzionamento.” 

Incalzato dall’intervento del Sindaco che ha chiesto precisazioni sulle modalità d’intervento, l’assessore ha detto: “Il Sindaco ha fatto una domanda pertinente sul come funziona l’attivazione dei volontari ecc. e, naturalmente, ha ricevuto risposte puntuali e pratiche”. Infine, parlando ai ragazzi convenuti nella palestra l’assessore Bottacin ha concluso: “Quello che avete imparato oggi è fondamentale perché non lo trovate sui libri di scuola ma avete appreso come mettere voi stessi in sicurezza in caso d’emergenza e questo è fondamentale. Voi siete fortunati a vivere nel Veneto perché (come ha recentemente detto il capo della Protezione civile nazionale), il miglior sistema di Protezione civile è quello italiano e, in Italia, il migliore è quello del Veneto. Quindi siamo fortunati a vivere in questo “sistema” che può intervenire in qualsiasi momento per aiutarci e credetemi non è scontato”. Quindi ha aggiunto: “Oggi ci sono loro a farlo, la protezione civile, i Vvff, il Suem ecc., domani io spero ci sia qualcuno di voi. Vi chiedo di ricordare quello che avete imparato oggi e di spiegarlo ai vostri genitori perché anche loro possano metterlo in pratica. Oggi avete imparato come si fa a mettere in sicurezza voi stessi e come dare una mano a coloro che, da soli, non riescono a farlo.”  

Il dirigente Golinelli ha espresso il proprio compiacimento per la buona collaborazione con l’assessore comunale di riferimento Fabrizio Capuzzo. Negli interventi conclusivi, tutti orientati all’apprezzamento di quanto fatto, il sindaco Giovanni Rossi si è complimentato con la responsabile della sicurezza scolastica professoressa Maria Paola Burato, mentre l’ispettore dei Vvff Massimo Mazzucato, nonostante l’ingrato compito di sottolineare le non conformità (poche in vero) ha fatto i complimentati ai ragazzi per l’ottima partecipazione all’evento. 

U.M.Brasioli
12 ottobre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento