TECNOLOGIA E DINTORNI L'internet delle cose è già realtà. La domotica nelle smart home fa vivere meglio, con maggiore sicurezza e fa anche risparmiare

2 italiani su 5 hanno in casa un oggetto smart e connesso alla rete

Baccaglini VW locator
Gli italiani apprezzano sempre più gli oggetti hi-tech in casa, soprattutto se si parla di quelli connessi alla rete. Secondo l’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, quasi la metà della popolazione italiana al momento dispone di almeno un dispositivo di questo tipo all’interno della propria abitazione. Tale tendenza conferma l’andamento degli ultimi tempi, che ha visto il mercato dell’IoT crescere del 35% nel 2017 arrivando a un valore di circa 250 milioni di euro.
 
Smart home: definizione e settori più gettonati
 
La smart home è una casa intelligente, costellata da dispositivi e impianti ad alta tecnologia capaci di comunicare fra loro e di ottimizzare i consumi. Si tratta quindi di un sistema pensato per automatizzare e personalizzare il più possibile le impostazioni di tutti i dispositivi elettronici presenti in casa. Un esempio può essere l’illuminazione che aumenta o diminuisce a seconda dell’intensità della luce esterna, oppure il riscaldamento che si attiva automaticamente se la temperatura scende al di sotto di quella impostata.
Non è quindi un caso se le categorie più gettonate del mercato dell’IoT riguardano la gestione dei consumi energetici, insieme alla sicurezza. Questi device permettono infatti di risparmiare notevolmente sugli sprechi e rendere la casa più sicura grazie ai sistemi di videosorveglianza monitorabili anche da smartphone. Naturalmente anche la comodità rientra negli aspetti che fanno apprezzare i vantaggi offerti dalla domotica, soprattutto per quanto riguarda gli elettrodomestici smart e gli assistenti virtuali come Google Home.
 
Cosa serve per rendere una casa smart?
 
Una casa che possa dirsi smart non può prescindere dalla presenza di alcuni elementi: in primis una connessione a Internet in grado di raggiungere ogni ambiente dell’abitazione, per non compromettere il corretto funzionamento degli smart device. Si può optare quindi per una delle offerte solo Internet per la casa proposte da Linkem, ad esempio, in modo da avere sotto controllo tutti i dispositivi connessi a sistemi di questo tipo presenti nell’abitazione.  
Un altro step necessario allo scopo è l’installazione di un termostato di ultima generazione pensato proprio per agire in concomitanza con impianti ed elettrodomestici di questa tipologia. Altri device necessari per una casa smart sono le centraline per la gestione dell’illuminazione domestica automatizzata e i sistemi di videosorveglianza interni ed esterni controllabili a distanza tramite app.
 
Con questi dispositivi la propria abitazione potrà funzionare davvero in maniera intelligente e permettere un controllo soddisfacente anche a distanza, con livelli di sicurezza e di risparmio notevoli.
 
17 ottobre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento