GIORNATE DELLA CARBONERIA 2018 FRATTA POLESINE (ROVIGO) Dal 2 all’11 novembre programma fitto tra cene, concerti, convegni e rievocazioni nei luoghi più suggestivi della perla del Polesine

200 anni dopo l’evento si ripete

Confartigianato evento 21 novembre 2018

S’inizia venerdì 2 novembre alle 18 nella sala degli Arazzi dell’Accademia dei Concordi di Rovigo con “Io sono e mi chiamo Cecilia Monti”, Cena con menù d’epoca e drammatizzazione dell’evento con attori in costume per la rievocazione del banchetto avvenuto in villa Grimani Molin Avezzù di Fratta Polesine venerdì 9 novembre e sabato 10 novembre alle 21



FRATTA POLESINE (RO) - 11 novembre 1818, nella villa Grimani-Molin (ora Avezzù) di Fratta Polesine si riuniscono a cena, invitati da Cecilia Giuseppina Monti e dal marito Jean Baptiste D’Arnaud, generale francese, alcuni esponenti della Carboneria emiliano-veneta: il fratello Sebastiano Monti, il notaio Antonio Villa, don Marco Fortini, il caffettiere Angelo Gambato, il conte Camerata e l’avvocato Luigi Passerini di Ancona, l’avvocato Antonio Molin di Cavarzere e il nobile Dolfin di Venezia. Al brindisi finale si levano i calici per inneggiare al figlio di Napoleone come futuro re d’Italia. La macchina della polizia austriaca si mette in moto e nel giro di un paio di mesi arresta in diverse retate carbonari e simpatizzanti, mettendo le mani sulla prima cospirazione antiaustriaca nel Lombardo Veneto. L’esito dell’indagine stroncherà con pesanti condanne quell’anelito di libertà e unità d’Italia.

Duecento anni dopo, nel solco della tradizione ormai ventennale, si ricordano quegli avvenimenti come uno i primi momenti del Risorgimento nazionale con un intenso programma elaborato dal Comune di Fratta Polesine. Le Giornate della Carboneria comprendono una serie di appuntamenti tra drammaturgia, musica, gastronomia, convegni, visite guidate e rievocazioni, tutti aperti al pubblico.

S’inizia venerdì 2 novembre alle 18 nella sala degli Arazzi dell’Accademia dei Concordi di Rovigo con “Io sono e mi chiamo Cecilia Monti”, la drammatizzazione dell’interrogatorio di Cecilia Monti D’Arnaud a cura del gruppo teatrale del Liceo Classico Celio di Rovigo. Anche l’ambientazione ha un forte richiamo storico perché una delle retate dei patrioti ebbe luogo poco dopo la festa da ballo in Accademia del 6 gennaio 1819.

Le musiche dal Risorgimento e alla Grande Guerra costituiscono il tema di “L’Italia nel cuore (1818-1918)”, concerto lirico sinfonico con l’Orchesta regionale Filarmonia Veneta diretta da Gerardo Felisatti, e le musiche di Beethoven, Rossini, Verdi, Novaro e Morricone. Le porte della chiesa dei santi Pietro e Paolo a Fratta Polesine si apriranno alle 21 di giovedì 8 novembre.

Cena con menù d’epoca e drammatizzazione dell’evento con attori in costume per la rievocazione del banchetto avvenuto in villa Grimani Molin Avezzù di Fratta Polesine. Due gli appuntamenti con la gastronomia nelle sale dove si svolse la storica cena. Venerdì 9 novembre e sabato 10 novembre alle 21. Necessaria la prenotazione.

Lo stesso salone d’onore di Villa Grimani Molin Avezzù ospita sabato 10 novembre dalle 9.30 per l’intera giornata il convegno internazionale di studi storici “Alle radici del Risorgimento: dalle società segrete all’idea di Nazione”: l’occasione per fare il punto sulla Carboneria e le nuove prospettive di ricerca a livello nazionale e internazionale, evento in collaborazione con la Minelliana di Rovigo e l’Istituto per la storia del Risorgimento italiano. In contemporanea, a partire dalle 9, si svolgono per le scolaresche le visite guidate alle ville dei Carbonari a cura degli studenti della scuola media di Fratta.

Visite guidate con un tour animato da attori in costume anche sabato 10 novembre alle 16.30 e domenica 11 novembre alle 11.30 con punto d’incontro alla biglietteria di villa Badoer sempre a Fratta Polesine.

La Festa di San Martino nella Fratta austriaca del 1818 si tiene domenica 11 novembre dalle 10 alle 19 in piazza Matteotti con mercato e spettacoli di giocolieri. Nel pomeriggio, dalle 15 il centro storico si anima grazie alla rievocazione storica con quadri scenici, figuranti, teatro dei burattini e artisti di strada. In caso di maltempo la giornata sarà rimandata a domenica 18 novembre.

31 ottobre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento