CULTURA ROVIGO In occasione del centenario della prima Guerra mondiale dal 3 all’11 novembre si terranno una serie di iniziative del comitato permanente per la conservazione e la valorizzazione dei Beni culturali ed ambientali in Polesine

La grande Guerra vissuta nelle retrovie, una settimana di appuntamenti 

Baccaglini VW locator
Rovigo, Badia Polesine, Castelmassa sono i tre comuni interessati da una ventina di iniziative del comitato permanente per la conservazione e la valorizzazione dei Beni culturali ed ambientali in Polesine in occasione del centenario della fine del primo conflitto mondiale. Protagonisti sono i ragazzi dell’Iis De Amicis, del liceo Celio Roccati e del liceo scientifico Paleocapa

ROVIGO - II comitato permanente per la conservazione e la valorizzazione dei Beni culturali ed ambientali in Polesine onora degnamente il centenario della fine del primo conflitto mondiale anticipando eccezionalmente per quest’anno la XXIV settimana dei beni culturali e ambientali in Polesine a ridosso delle celebrazioni del 4 novembre. 

“La Grande Guerra e il Polesine: nelle retrovie del fronte” è il titolo scelto per la kermesse, che inizierà, di fatto, domenica 4 novembre, in concomitanza, a Rovigo al museo dei Grandi Fiumi e in Pescheria Nuova – con le due iniziative rispettivamente del museo dei Grandi Fiumi con il liceo Celio Roccati e la settimana di eventi in Pescheria Nuova del liceo scientifico Paleocapa di Rovigo – e a Badia, nella sala “B. Soffiantini” dell’Abbazia della Vangadizza, per chiudere sette giorni più tardi presso la sala “Vignoli” a Castelmassa, sedi di interessanti esposizioni storico - documentarie dedicate al conflitto visto dalla nostra terra polesana. una terra che, se pure non coinvolta direttamente dal conflitto, in quanto terra di confine e di retrovia, fu comunque fortemente partecipe, soprattutto nella seconda fase bellica.

Il nutrito calendario di una ventina di iniziative (convegni, conferenze, presentazioni di libri e di film, visite guidate, esposizioni tematiche, momenti di musica e di teatro) è stato presentato in conferenza stampa la mattina di mercoledì scorso da Giovanni CasarottoMarco Chinaglia e Sara Caraccio, del direttivo del Comitato, insieme a vari rappresentanti degli organizzatori (Comuni, associazioni, scuole, enti ed istituzioni culturali, musei e biblioteche di tutto il territorio provinciale), alla presenza dell’assessore alla cultura del comune di Rovigo Alessandra Sguotti, che ha commentato: “Sono felice di ospitare anche quest'anno la presentazione di questo ricchissimo calendario di eventi. Circa una ventina che coinvolgono tanti comuni e luoghi del Polesine, concentrati sulla Grande Guerra, tema molto sentito. La nostra comunità ha partecipato appieno, sviscerando tutto ciò che si poteva su questa tematica. Un ringraziamento al Comitato e alle scuole per la loro partecipazione”.
L’Iis De Amicis ha realizzato la locandina della Settimana al liceo Celio Roccati, che ha allestito una mostra con visite guidate al Museo dei grandi Fiumi al liceo scientifico Paleocapa, che quest’anno propone in Pescheria Nuova un’intera settimana di eventi (incontri, conferenze, un convegno, presentazione di libri e film, visite guidate) a corollario di una mostra storico-documentaria. Il conflitto che aprì il secolo breve cambiando per sempre la storia, sarà analizzato attraverso varie tematiche, talora diverse ed inconsuete, dalla prospettiva di una terra di confine, con l’obiettivo, nella chiusura del Centenario, di aiutare a riflettere volgendo lo sguardo al passato, ad una storia importante e complessa, con la volontà di non ripetere più i tragici errori del “Secolo Breve”. 
 
2 novembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Strenne in Piazza Natale 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento