AZIENDA SPECIALE CONSORZIO RSU ED ECOAMBIENTE Il giudice del Tribunale di Rovigo Pietro Mondaini ordina al Pubblico ministero Carmelo Ruberto la formulazione del capo di imputazione per andare a processo dopo il licenziamento dell'ex direttore

Abuso d’ufficio: imputazione coatta per Tugnolo, Gibin, Palli e Casetta

Confartigianato Polesine 11 dicembre 2018
Lo aveva scritto l'Anac di Raffaele Cantone (LEGGI ARTICOLO) e lo aveva pure ribadito dichiarando chiusa per illegittimità la rimozione del direttore generale di Ecoambiente Giuseppe Romanello (LEGGI ARTICOLO), ma in quel di Rovigo non se ne è tenuto minimamente conto e si tirato dritto. Risponderanno all'iputazione del reato penale di abuso d'ufficio di fronte al giudice Pierluigi Tugnolo, Alessandro Palli, Ivano Gibin ed Alice Casetta


ROVIGO - Hanno compiuto atti illegittimi, ovvero contrari alla Legge, ed hanno volontariamente cagionato danno ingiusto nei confronti dell’ultimo direttore generale di Ecoambiente, Giuseppe Romanello, revocato con provvedimento ritorsivo nei suoi confronti.

Questo in sintesi il quadro delineato dal giudice del Tribunale di Rovigo Pietro Mondaini tratteggiato i 8 lucidissime pagine in cui riassume in maniera cristallina i fatti e le ipotesi di reato compiute da Pierluigi Tugnolo in assemblea soci di Ecoambiente in Comune di Rovigo con Massimo Bergamin, sindaco di Rovigo, e portate avanti dal Cda nominato dai soci: Alessandro Palli presidente, Ivano Gibin consigliere delegato, Alice Casetta, consigliere.
Emerge che la motivazione essenziale della revoca ingiusta di Romanello dall’incarico di direttore generale sono state le segnalazioni alla magistratura, dovute, in quanto responsabile anticorruzione in Ecoambiente, come a suo tempo già segnalato dall'Anac presieduta da Raffaele Cantone.

Per Alessandro Palli, Ivano Gibin ed Alice Casetta il giudice dispone la discrezionalità da parte dell’accusa di poterli iscrivere, “a tutto concedere, essendo concorsi nell’adozione del provvedimento, la loro posizione può essere quella di concorrenti” nel reato di abuso d’ufficio contestato in primis a Pierluigi Tugnolo.

Prima di essere rinviati a giudizio gli imputati avranno un passaggio di fronte al giudice per le udienze preliminari dover potranno chiedere i benefici del rito abbreviato o potranno richiedere il patteggiamento per evitare il processo. La scelta dei singoli verrà valutata dalle singole difese.
6 novembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

DOMINA fuori tutto

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento