ISTRUZIONE ROVIGO Doppio appuntamento al teatro Don Bosco per gli incontri formativi tenuti da Mario Di Pietro, psicologo e psicoterapeuta 

Boom di docenti al corso sull’educazione razionale emotiva

Strenne in Piazza Natale 2018

Le adesioni dei docenti polesani ai due appuntamenti in programma l’8 e 16 novembre sono talmente numerose che si è reso necessario un cambio di sede


ROVIGO - Prima ancora di iniziare è già un successo. Boom di iscrizioni per il corso sull’Educazione razionale emotiva proposto da Ere Italia nell’ambito di Sinergie per un viaggio sicuro, progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Le adesioni dei docenti polesani ai due appuntamenti in programma l’8 e 16 novembre sono talmente numerose che si è reso necessario un cambio di sede. Infatti i due incontri formativi, che vedranno in cattedra lo psicologo e psicoterapeuta Mario Di Pietro, non si terranno all’auditorium del liceo scientifico Paleocapa di Rovigo, come inizialmente previsto, bensì al teatro Don Bosco di Rovigo in viale Marconi 5, con orario invariato: dalle 15 alle 18 in entrambe le giornate.

Questi in dettaglio i temi trattati nei due appuntamenti: 8 novembre: “Introduzione ai principali problemi emotivo-relazionali degli alunni”. 16 novembre: “Introduzione ai principi dell’Educazione Razionale Emotiva e loro applicazione nel contesto scolastico”.

Il percorso formativo proposto da Ere Italia ha lo scopo di far luce sulle problematiche emotivo-comportamentali in età evolutiva e di attivare nei docenti competenze di carattere relazionale-emotivo attraverso l’applicazione del “metodo Ere”. Nello specifico il professore Mario Di Pietro, tra i massimi esperti italiani di problemi emotivo-comportamentali in età evolutiva, fornirà preziose indicazioni per progettare e seguire un percorso in grado di spingere gli adolescenti tra gli 11 e 17, target del progetto Sinergie per un viaggio sicuro, a esprimere in modo costruttivo il proprio stato d’animo, a individuare i propri schemi di pensiero abituali, a comprendere il rapporto tra pensieri ed emozioni, a favorire l’accettazione di se stessi e degli altri, ad aumentare la tolleranza alla frustrazione, a incrementare la frequenza e l’intensità di stati emotivi piacevoli e a favorire l’acquisizione di abilità di autoregolazione del proprio comportamento.

7 novembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Confartigianato Polesine 11 dicembre 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento