CULTURA LENDINARA (ROVIGO) In città vive il pronipote di Karel Hynek Mácha  

Romanticismi boemi e opere rare

Baccaglini VW locator

Pochi sanno che a Lendinara vive Roberto Macha, già consigliere comunale e tuttora impegnato nel sociale con i frati cappuccini del locale convento, pronipote del maggior rappresentante della letteratura romantica boema dell’ottocento: Karel Hynek Mácha (Praga il 16 novembre 1810, Litoměřice il 5 novembre 1836). 



LENDINARA (RO) - Vive in città il pronipote del maggior rappresentante della letteratura romantica boema dell’ottocento: Karel Hynek Mácha. Il poeta dopo gli studi di giurisprudenza, lavorò come apprendista avvocato ma la sua passione erano la recitazione ed il girovagare per i castelli della Boemia. Trovò grande ispirazione nella natura, nei paesaggi e nei castelli  boemi, tutti elementi ricorrenti nelle sue opere. Dopo la perdita dell'amata Marinka Štichová, declinò la sua poetica, pervasa dalla morte, al pessimismo. Le sue opere furono influenzate dal romanticismo polacco, inglese (Lord Byron) e tedesco. Per il suo talento poetico e per l’apertura mentale dimostrata rispetto ai canoni dell’epoca, è ritenuto fra i maggiori rappresentanti del romanticismo ceco. La sua opera maggiore rimane "Maggio" (del 1836, Máj), divenuta la più famosa poesia d’amore Boema: un poema dallo stile complesso, ricco di suggestioni romantiche, di metafore, di ossimori.

Il pronipote Roberto Macha, orgoglioso delle sue origini boeme e culture di quella letteratura, ha ripercorso  nei ricordi le vicissitudini del nonno, funzionario imperiale della dogana a Trieste che e poi, peregrinando in varie città in cerca di miglior reddito per la numerosa famiglia,  finì per stabilirsi a Lendinara dove è nato Roberto, ora geloso custode di una copia storica del poema più stampato e studiato nella letteratura ceca, appunto. "Maggio" . L’opera  è divenuta  così celebre che tuttora il primo maggio gli innamorati si danno appuntamento al parco Petřín di Praga, presso la statua dello scrittore e nel “paradiso degli innamorati“ le coppie respirando l’aria primaverile, leggono poesie e, come vuole la tradizione, si baciano sotto i ciliegi in fiore che garantiscono salute e la durata dell’amore. In "Maggio"  la primavera viene  raccontata con brillante sensibilità metaforica, arricchita dalla meditazione filosofica che  lenisce, senza gli accenti dolorosamente leopardiani, il tormentato tema della caducità dell’esistenza. Fra le altre opere  di Karel Hynek Macha, sia di poesia che di prosa custodite a casa di Roberto vi sono "Gli zingari", "Marinka", "Il pellegrinaggio a Krkonoše". Opere nelle quali  aleggia il timore della morte, soprattutto del rivivere un altro sogno simile alla vita, la speranza invece di porre fine alle proprie sofferenze, l’invocazione disperata a Dio, e la solitudine sempre presente. La Repubblica Ceca, oltre ad una statua nel sopracitato parco di Praga, ha dedicato a K. H. Mácha una moneta da 100 Corone  ed un francobollo e le sue opere sono tuttora studiate nelle scuole della repubblica.
Ugo Mariano Brasioli 
8 novembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento