ROVIGO Federico Saccardin ex presidente della Provincia lancia l’idea di una Alleanza per il futuro del capoluogo miseramente deserto

Una città vuota

Federico Saccardin
Baccaglini VW locator

Nemmeno la parziale apertura del traffico in corso del Popolo ha prodotto effetti, evidentemente per il centro di Rovigo serve ben altro, e in tre anni l’amministrazione comunale non ha fatto nulla per rigenerarlo.


ROVIGO - In questi giorni di semi-festività ho avuto modo di passeggiare per il centro della nostra città; mi aspettavo di poter godere delle vetrine dei negozi, anche in previsione delle prossime festività natalizie ed ho avuto purtroppo la netta percezione dello stato di abbandono del centro da parte delle attività che ne caratterizzavano la vita economica e sociale.

La sequenza delle vetrine, prevalentemente vuote e buie e la ridotta presenza di persone mi ha offerto l’immagine di città vuota, senza vitalità e senza progetti. Come abbiamo potuto ridurci in queste condizioni?

Certo è un processo che trae le sue origini da scelte del passato rispetto alle quali la Giunta Merchiori, con l’intervento di riqualificazione del Corso del Popolo, e non solo, aveva concepito un progetto di rilancio del centro storico migliorando gli spazi urbani, ridefinendone le funzioni e mettendoli a disposizione delle attività economiche e della socialità.

Le polemiche successive, sulla apertura o meno al traffico del Corso del Popolo e le decisioni conseguenti, sino alla attuale situazione mista, non hanno prodotto effetti positivi sulla vitalità del centro storico. 

L’attuale Amministrazione Comunale, dopo tre anni di gestione non ha saputo invertire questa tendenza. Il Comune non ha attivato gli strumenti a disposizione, a cominciare dal Piano degli Interventi (il Piano del Sindaco) che nonostante le buone intenzioni non ha prodotto effetti positivi sulla città.

E’ giunto il tempo di dare vita a una riflessione collettiva sul ruolo della nostra città, sul suo futuro, sulle iniziative necessarie e alla messa in campo di una “alleanza” sociale e politica che sostenga questo progetto e si proponga di realizzarlo.

È necessario andare “oltre” la dimensione dei Partiti chiamando a raccolta, in un grande movimento civico, tutte le forze vive della nostra Comunità (Partiti compresi) che siano disponibili ad un’azione comune per il rilancio della nostra città.

Le risorse ci sono, in Consiglio Comunale e nella città, e possono dare vita a questa “Alleanza per il futuro di Rovigo” superando gli steccati e le divisioni che hanno consentito l’elezione della attuale Amministrazione Comunale e invito tutti coloro che possono sentirsi coinvolti a manifestare il proprio interesse aderendo con le proprie proposte e indicazioni.

Federico Saccardin 

 

 

 

9 novembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Confartigianato evento 21 novembre 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento