LAVORI PUBBLICI ADRIA L'amministrazione comunale di Omar Barbierato riapre alle auto in orario di lavoro mentre nel weekend rimarrà completamente pedonale

Partiti i lavori di Piazza Cavour per agevolare il commercio in centro

Baccaglini VW Service
Sono partiti i lavori di riqualificazione di piazza Cavour, la piazza prospiciente il teatro comunale, una volta terminati i lavori, sarà aperta al traffico veicolare negli orari di lavoro, mentre alla sera e nelle festività, diventerà la sede di iniziative organizzate nell’ambito del calendario eventi


ADRIA (Rovigo) -  “La decisione è maturata in questi mesi, dopo che l’amministrazione comunale aveva coinvolto commercianti e cittadini nell’esprimere una loro opinione in merito. Opinioni che avevano diviso in due la città: una parte, rappresentata dai commercianti, favorevoli alla riapertura della piazza ad uso parcheggio, dall’altra parte chi, invece, la voleva valorizzare per eventi e iniziative varie”.

“Dopo una prima proposta tecnica, che non ha avuto il parere favorevole dalla soprintendenza di Verona - spiega il sindaco Omar Barbierato - siamo andati in consiglio comunale con un progetto seguito dall’assessore Marco Terrentin che riprendeva un lavoro promosso dalla Fondazione Bocchi con il coinvolgimento degli studenti dell’istituto superiore dei geometri, che prevedeva il recupero di parallelepipedi di marmo sparsi per il territorio comunale, con lo scopo di destinarli ad un utilizzo più intelligente, come panchine o barriere di abbellimento. A tutto questo si è aggiunta la necessità, sollevata dalla dirigente comunale, di fare un piccolo rialzo che andasse a dividere la zona pedonale dalla carreggiata dove transitano i veicoli, per motivi architettonici e di sicurezza”.

Ragionamenti che hanno portato all’avvio dei lavori che consisteranno quindi nella ridefinizione in quota dell’aiuola rispetto al piano strada, con perimetrazione di binderi in porfido, la piantumazione di fiori stagionali nell’aiuola, l’asportazione delle 3 panchine in legno (e ricollocamento delle stesse in contesti più idonei) a favore del posizionamento di alcuni parallelepipedi in marmo, risalenti ad epoca non ben individuata, ed oggetto di studio all’interno del progetto “Adria Nascosta”  promosso dalla fondazione Bocchi in sinergia con il Polo tecnico di Adria.
26 novembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento