IL CASO ROVIGO Eleonora è nata cerebrolesa, la Giustizia ha già fatto il proprio corso ed ha individuato dei colpevoli e un risarcimento. AmTrust Europe Limited e i Lloyd’s stanno per risarcire la famiglia 

Le assicurazioni garantiscono il pagamento entro il 5 dicembre 

I genitori di Eleonora raccontano il proprio calvario ai microfoni di Rai 1
Baccaglini VW Service

Il 3 dicembre 2008 in ospedale a Rovigo nacque una bimba con lesioni neurologiche gravissime. Secondo gli inquirenti sarebbe stata evitata con un parto cesareo. Vicenda che è arrivata in Tribunale a Rovigo con un doppio filone, quello penale (LEGGI ARTICOLO) e civile.

Le compagnie, assicuratori dei Lloyd’s e Am Trust Europe Limited, condannate, in solido, a manlevare l’Azienda sanitaria rodigina e le due ginecologhe, dal pagamento del risarcimento record da 5 milioni e 100 mila euro. AmTrust Europe Limited e i Lloyd’s, le compagnie assicurative hanno deciso di procedere al pagamento di 3,354 milioni di euro entro il 5 dicembre 



ROVIGO - Si muove qualcosa sul versante del pagamento delle assicurazioni a favore della famiglia rodigina della bambina che nacque tetraplegica il 3 dicembre 2008 all’ospedale di Rovigo. Dopo le polemiche dei giorni scorsi, con tanto di interrogazioni parlamentari e l’incursione in ospedale della trasmissione Le Iene di Italia 1, perché dopo la condanna del Tribunale di Rovigo al pagamento del risarcimento record da 5 milioni e 100 mila euro, le due compagnie non sarebbero state celeri nel pagare la famiglia di Eleonora. 

AmTrust Europe Limited e i Lloyd’s, le compagnie assicurative hanno deciso di procedere al pagamento di 3,354 milioni di euro. "Il versamento di questa cifra è in corso e sarà finalizzato, per la parte AmTrust, entro il 5 dicembre” scrivono in una nota. Il versamento, inferiore di circa 1,8 milioni di euro rispetto a quanto deciso dal giudice civile Pierangela Congiu oltre due mesi fa, è frutto di "calcoli tecnici” presi dalle due compagnie assicurative.

“Per un quadro più puntuale dell’accaduto, - spiega sempre la nota - si aggiunge che AmTrust ha attivato la copertura assicurativa della struttura ospedaliera il 1° gennaio 2010 ed Eleonora è nata il 3 dicembre 2008, ovvero oltre un anno prima che AmTrust diventasse l’assicuratore dell’Ospedale”. "Su questa circostanza, ricorreremo in appello nei confronti della sentenza, evidenziando la non-operatività della polizza”.

Il caso è noto, un caso di malasanità riconosciuto dal Tribunale, la bimba è nata cerebrolesa all’ospedale di Rovigo non ieri, ma dieci anni fa. Da allora è partita la lunga battaglia della famiglia, una vittoria schiacciante quella ottenuta dall’avvocato Mario Cicchetti, ma dopo la condanna in sede Civile, i soldi alla famiglia non sono ancora arrivati.

Un caso che ha scosso anche il Parlamento in questi giorni, interrogazione presentata da Pierantonio Zanettin (Forza Italia) al Governo e al ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.

“Nonostante una pronuncia giudiziale esecutiva, le compagnie, assicuratori dei Lloyd’s e Am Trust Europe Limited, condannate, in solido, a manlevare l’Azienda sanitaria rodigina e le due ginecologhe, dal pagamento del risarcimento record da 5 milioni e 100 mila euro, non intendono ottemperare” è stato detto in parlamento. Di queste ore la risposta delle due assicurazioni che assicurano di fare la loro parte entro il 5 dicembre.

27 novembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento