LAVORI PUBBLICI PORTO TOLLE La condizione di via Genova è diventata insostenibile. Interviene Cosetta Nicolasi, consigliera di minoranza residente proprio lungo la strada martoriata da buche, fango e pozzanghere

Sindaco, c’è un problema serio

Baccaglini VW Service
PORTO TOLLE (RO) - La consigliera di minoranza Cosetta Nicolasi, residente proprio in via Genova a Porto Tolle, tiene alta l’attenzione sulle condizioni “da terzo mondo” della via, oggetto di un intervento di ripristino, non andato a buon fine. “Sono passati più di 10 giorni dalla riunione in sala consiliare voluta dall'assessore ai lavori pubblici Marchesini con i residenti di via Genova per spiegare l'andamento dei lavori di ripristino della strada e relativi problemi sorti con la ditta aggiudicataria - esordisce Nicolasi - a cui l'amministrazione si è vista costretta a revocare l'incarico per negligenza”.

La promessa fatta dall'assessore  e dall'ingegnere Portieri in quella riunione è stata chiara: entro 10 giorni verrà quantomeno ripristinata la viabilità della strada e sanate alcune problematiche che di fatto rendono la via impraticabile e pericolosa agli abitanti stessi - continua Cosetta Nicolasi - in attesa di riassegnare il bando per portare a termine i lavori di rifacimento della via. I lavori di ripristino dovevano essere eseguiti dalla ditta uscente prima di lasciare il cantiere o, nel caso non accettasse, da una ditta temporaneamente individuata dal comune per portare a termine i lavori di tamponamento”.

Dopo pochi giorni dalla riunione i residenti hanno effettivamente rivisto escavatori e ruspe in funzione ma solo per portare via in fretta e furia gli attrezzi del mestiere e tamponare alla bene e meglio alcune voragini lasciate aperte per settimane. “Dopo questa fuga di fatto la situazione è diventata insostenibile: buche che stanno sprofondando con il peso dei mezzi di passaggio, terriccio non adatto come fondo stradale che con le piogge di questi giorni è diventato fanghiglia rendendo impossibile parcheggiare al lato della strada o anche solo transitare con il proprio mezzo senza slittare con le ruote, pozzanghere che sembravo piscine davanti ai cancelli delle abitazioni, senza parlare della situazione di un residente in particolare che si vede ancora in balia di lavori non ancora terminati del proprio recinto”.

I prossimi interventi sono attesi in settimana, l’auspicio è che vi sia una risoluzione immediata della normale viabilità volta a sanare una situazione che sta diventando addirittura pericolosa. “Per i lavori di rifacimento messi a bando si può anche aspettare - conclude la consigliera Cosetta Nicolasi - sono stati attesi per tanti anni, non sono pochi mesi di ritardo a scoraggiarci, chiedo solo di riportare ad una situazione temporaneamente praticabile via Genova, come era di fatto prima dell'inizio dei lavori”.
27 novembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento