Condividi la notizia

All'ex manicomio per prepararsi alla Spartan Race

OP PARK GRANZETTE ROVIGO Nuova collaborazione della associazione I luoghi dell'abbandono di Devis Vezzaro con Antonio Monesi, appassionato di gare ad ostacoli tra fango e sudore

0
ROVIGO - Sarà un 2019 all’insegna delle novità per l’associazione presieduta da Devis Vezzaro, con ricadute per tutti gli amanti degli sport all’aria aperta. Il più grande polmone verde della città, un parco di oltre 20 ettari, tenuto agibile con enormi sforzi da parte dei volontari de I luoghi dell’abbandono, fruibile liberamente ai cittadini di Rovigo e provincia, si arricchirà nei primi mesi dell’anno di un circuito di ostacoli da allenamento agli eventi “sudore e fango” stile Spartan race.

Tutto merito della collaborazione nata tra Antonio Monesi, volto noto a Rovigo per il passato imprenditoriale di Bellelli Engineering, organizzatore di due edizioni della Final four del campionato italiano di pallavolo a Rovigo, ed ex presidente del sodalizio che ha portato Rovigo in Serie A di volley, ed O.P. Park, che nasce come contenitore di eventi al parco dell'ex ospedale psichiatrico di Granzette di Rovigo gestito dall'associazione “I luoghi dell'abbandono. Al momento I luoghi dell’abbandono si è occupata di gestire visite fotografiche e culturali al parco e ai padiglioni dell'ex manicomio di Rovigo, ma entro fine marzo in O.P. Park sarà operativo il secondo campo di allenamento ad ostacoli del nord Italia. Il più vicino infatti è sul lago di Garda, a Desenzano.

Monesi, che da qualche anno è rimasto “folgorato” dalla passione per le corse ad ostacoli, ha deciso di dare forma ad un progetto che gli solleticava da tempo. “La difficoltà più grande era trovare uno spazio affascinante dove si sarebbe potuto faticare in un ambiente non banale - afferma - avevo provato anche a coinvolgere i diretti interessati per provare l’esperienza nel Delta del Po, o sulle spiagge, ma mi sembrava un ambiente troppo ampio e dispersivo, difficile da individuare per chi magari venisse da fuori. Poi c’è il problema della progettazione e costruzione degli ostacoli, ma per quello ci posso pensare direttamente, ho costruito parecchio in passato ed ho avuto modo di conoscere ottimi fornitori, anche locali. La vera sfida sarà quella di tenere aggiornati i “giochi” ovvero gli ostacoli, perché si evolvono, solo la più popolare competizione sportiva, la Spartan, fa quattro edizioni all’anno in Italia, quindi bisognerà aggiornarsi molto frequentemente per essere pronti a sfidare gli ostacoli che si troveranno sul campo di gara”.

Dopo un 2018 in parte da dimenticare per Devis Vezzaro e la moglie, che è sempre stata vicino al marito nei drammatici momenti conseguenti l’investimento “volontario”, come emerge dall’immediato rilievo delle forze dell’ordine, da parte di Roberto Costa (LEGGI ARTICOLO), per il quale è stata sporta denuncia di tentato omicidio, il 2019 si preannuncia ricco di novità.
I prossimi appuntamenti all'ex manicomio sono una visita tutta dedicata alla fotografia il prossimo 17 febbraio, mentre il 3 marzo una giornata a tema: "Na gabbia de matti xè el mondo".
Articolo di Lunedì 31 Dicembre 2018

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it