CALCIO GIOVANILE ROVIGO In 180 al Gabrielli per la seconda edizione del torneo Intitolato a Giorgio Dall'Aglio. Padova batte in finale 

Successo organizzativo, Vincono i biancoscudati

Baccaglini VW Service

Il torneo dedicato alla memoria di Giorgio Dall’Aglio padre di Federico, main sponsor della manifestazione con la “Dall’Aglio Carburanti”, è giunto alla seconda edizione e vedrà l’assegnazione definitiva del Trofeo alla società che se lo aggiudicherà per tre volte.

Il settore giovanile del calcio Rovigo non si ferma.  È già in agenda per il 22 aprile, il giorno dopo Pasqua, un altro torneo di livello con Fiorentina, Empoli, Lugano e altre squadre di società professionistiche dalle quali si sta attendendo la conferma della loro partecipazione.

E poi ancora è calendarizzato un torneo con una grande partecipazione di squadre della categoria dilettanti, per chiudere in giugno con il Camp Estivo che sembra porterà a Rovigo grandi sorprese. Insomma un settore Giovanile del Rovigo in grande fermento e in continua crescita. La città ne aveva bisogno.


 

ROVIGO - Gremiti i viali del Gabrielli, tribune festose con genitori e spettatori a tifare per i loro piccoli campioni; i campi occupati da 180 ragazzi, musica diffusa da uno speciale impianto fatto pervenire ad hoc dalla ottima organizzazione del settore giovanile del calcio Rovigo: ecco come si presentava lo Stadio Gabrielli il giorno della Epifania. Oltre 500 gli spettatori giunti in città da tutto il nord est per il 2° Torneo nazionale “Giorgio Dall’Aglio”, categoria esordienti, per squadre professionistiche. Hanno partecipato Udinese Calcio, Virtus Vecomp Verona, LR Vicenza, Chievo Verona, Cittadella, Pordenone Calcio, Calcio Padova, Venezia e Rovigo.

Ha vinto il 2 torneo “Giorgio Dall’Aglio” il Calcio Padova che ha battuto in una finale al cardiopalma il LR Vicenza per 2-1. Al terzo posto il Pordenone seguito dal Chievo, vincitore della edizione 2018. Al quinto posto il Venezia che ha preceduto il Virtus Verona e l’Udinese. Ottavo posto per i bravi ragazzi del Rovigo che hanno battuto il Cittadella dopo aver sfiorato il pareggio con la blasonata Udinese.

L’occasione ha favorito la presenza di osservatori di alcune società professionistiche: in primis Milan e Fiorentina. Il torneo dedicato alla memoria di Giorgio Dall’Aglio padre di Federico, main sponsor della manifestazione con la “Dall’Aglio Carburanti”, è giunto alla seconda edizione e vedrà l’assegnazione definitiva del Trofeo alla società che se lo aggiudicherà per tre volte.

La sensibilità di Federico Dall’Aglio per il mondo dello sport giovanile è nota da anni: “Organizzazione impeccabile - ha dichiarato Federico Dall’Aglio al termine della manifestazione - i ragazzi hanno vissuto momenti che sicuramente hanno fatto battere loro il cuore e che si ricorderanno a lungo, come ho potuto constatare al momento dell’inno di Mameli quando tutti, tribune comprese, hanno intanto “Fratelli d’Italia”.  Ringrazio Antonio Cittante e tutto il suo staff per il modo in cui ha saputo con professionalità e impegno riportare ad alti livelli il calcio giovanile a Rovigo. Lo sport insegna ai giovani educazione, impegno, rispetto nel divertimento ma ha bisogno di persone competenti ed appassionate, sicurezza e soprattutto un ambiente sano per i ragazzi garantendo loro il diritto di non essere un campione. In questo riconosco quello che il settore giovanile del Rovigo sta facendo per i ragazzi della città.”

“Sono state giornate faticose anche se l’organizzazione del Torneo in realtà è partita diversi mesi fa. Ormai il Torneo Giorgio Dall’Aglio - ha spiegato il presidente Cittante - è entrato definitivamente tra gli appuntamenti fissi delle manifestazioni giovanili che vedono la partecipazione di società di squadre Professionistiche. Ringrazio le società che hanno partecipato, Federico Dall’Aglio per il suo sostegno e la sensibilità che dimostra per lo sport giovanile e tutti coloro che hanno contribuito al successo della manifestazione: Alessandro Rossi, Alessandro Uncini, Fabio Vanini, Carlo Cittante, Alberto Garbellini e tutto lo staff di dirigenti e tecnici a cui va il mio plauso per la ottima organizzazione.

Alle premiazioni erano presenti oltre a tutta la famiglia Dall’Aglio, il delegato provinciale del Coni Lucio Taschin, il delegato provinciale della Figc Luca Pastorello, e il vicesindaco Andrea Bimbatti che hanno premiato le 9 squadre, il miglior portiere, il miglior giocatore e il capocannoniere del torneo. Il vicepresidente Cittante ha consegnato a nome della società una targa a Federico Dall’Aglio in ricordo del torneo.

 

 

7 gennaio 2019
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento