POLIZIA STRADALE BADIA POLESINE (ROVIGO) In casa aveva oltre 200 grammi di marijuana e tutto il necessario per coltivarla. Fermato a bordo della propria vettura, poi arrestato 25enne di Borgo Veneto (Pd)

Droghe leggere coltivate a casa, droghe pesanti in corpo. Era alla guida 

Guido Bernardi, Stefano Zangheratti, Paolo Marino, Matteo Berna Nasca
L'eroina trovata in auto
La marijuana sequestrata
Il capo della Polizia Stradale Paolo Marino e Matteo Berna Nasca dirigente della Squadra Volante
Guido Bernardi e Stefano Zangheratti
La droga sequestrata
Baccaglini VW Service

Quando gli agenti della Polizia Stradale del distaccamento di Badia Polesine lo hanno fermato era chiaramente in uno stato psicofisico non idoneo alla guida. Durante la perquisizione hanno trovato nella propria abitazione oltre 200 grammi di marijuana, molto materiale di scarto che solitamente viene usato per il taglio, tutto il necessario per il confezionamento e la coltivazione e l’essiccazione. Arrestato 25enne di Borgo Veneto (il comune nato a febbraio 2018 e che racchiude Megliadino San Fidenzio, Saletto e Santa Margherita d’Adige), secondo gli investigatori vendeva la droga in Alto Polesine, sono in corso accertamenti sul telefono cellulare 


 

ROVIGO - Si stava dirigendo lunedì 7 gennaio in direzione Badia Polesine in A31 a bordo della propria vettura, quando è stato fermato ad Ospedaletto Euganeo dalla Polizia stradale comandata Paolo Marino. Era chiaramente in stato di alterazione psicofisica, i precedenti di polizia, e il fatto che non si sia subito fermato all’alt, hanno spinto gli uomini del sovrintendente capo della distaccamento della Polizia stradale di Badia Polesine, Guido Bernardi, ad approfondire la posizione del 25enne. Gli agenti lo hanno trovato in possesso di oltre un grammo di eroina, a quel punto, grazie alla collaborazione con l’ufficio di polizia giudiziaria del Tribunale di Rovigo del sovrintendente capo Stefano Zangheratti, è stata disposta una perquisizione presso l’abitazione di Borgo Veneto (Pd).

Quando gli agenti sono entrati hanno trovato la tavola già imbandita con tutto il necessario per il confezionamento della droga, nello specifico marijuana. La casa si presentava quantomeno in disordine, all’esterno in un terreno di proprietà anche tutto il necessario per la coltivazione e la produzione. Un capanno con impianto di areazione, lampade per favorire la crescita della marijuana, terriccio e fertilizzante per velocizzarne la fioritura. In tutto la Polizia ha sequestrato 246 grammi di stupefacente, inevitabile l’arresto di C.M., il 25enne secondo gli investigatori riforniva anche le piazza di Badia Polesine e Piacenza D’Adige.

Oltre all’accusa di detenzione, coltivazione e produzione di stupefacenti, per il giovane è scattata anche la denuncia in stato di libertà in quanto non si è voluto sottoporre al controllo sull’uso di sostanze previsto dal codice, ma ha ammesso di averne fatto uso prima di mettersi alla guida. Intanto l'arresto del giovane è stato convlidato, avrà l'obbligo di prestarsi alle Forze dell'Ordine tre volte a settimana, ed ha obbligo di dimora dalle 15 alle 6 del mattino in attesa del processo.

9 gennaio 2019
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento