ISTRUZIONE ROVIGO Concluso alla scuola primaria di Grignano il progetto di educazione alle nuove tecnologie chiamato RoboTiAmo

Il futuro è adesso ed i bambini sono già pronti

Baccaglini VW Service

I 25 alunni delle classi quinte della scuola primaria di Grignano sono stati catapultati in lezioni con Nicola Fini che insegnava loro a costruire robot e muoverli attraverso i tablet 



ROVIGO - Si è concluso giovedì 20 dicembre 2018 il progetto di educazione alle nuove tecnologie chiamato RoboTiAmo, promosso e sostenuto dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e svolto da Nicola Fini della Cooperativa Athena di Loreo. 

Durante i cinque incontri di quattro ore ciascuno, i 25 alunni di classe quinta della scuola primaria di Grignano hanno imparato tante cose nuove in modo insolito, non dalla teoria dei libri ma dalla pratica, sperimentando in prima persona ogni nuova nozione appresa. Ogni lezione/incontro aveva un tema preciso che veniva introdotto da una breve spiegazione del tecnico, seguita dalla compilazione del “Diario di bordo” nel quale ogni alunno faceva le sue ipotesi. La fase successiva era l’assemblaggio di piccoli robot in grado di muoversi, di emettere suoni, di cambiare colore o movimento, seguendo una serie di istruzioni che ogni gruppo era libero di impartire scegliendo un “Coding” a piacere. Inutile dire che ogni nuova costruzione suscitava l’entusiasmo generale ed ogni gruppo faceva a gara con gli altri per trovare sempre soluzioni di movimento diverse e, via via, sempre più complete. 

La fase conclusiva di ogni incontro consisteva nella verifica delle iniziali ipotesi fatte che, a volte, trovavano conferma oppure andavano completamente riviste. Tutti gli alunni hanno partecipato sempre con grande interesse, ponendo molte domande alle quali Nicola  ha sempre dato risposte esaurienti, con linguaggio semplice e senza mai perdere la pazienza, nemmeno davanti alle continue richieste  dei ragazzi, che non erano mai stanchi. Quando Nicola ha chiesto di smontare le costruzioni per l’ultima volta, tutti gli alunni si sono rattristati perché avrebbero voluto continuare ad imparare in questo modo giocoso per molte altre lezioni. Durante tutti gli incontri l’interesse dei ragazzi è stato sempre molto alto e spesso è stato difficile contenere la soddisfazione che i gruppi manifestavano sonoramente. L’esperienza è stata sicuramente molto positiva e ci auguriamo che possa continuare anche nei prossimi anni. 
 
9 gennaio 2019
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento