AGGRESSIONE FRATTA POLESINE (ROVIGO) Identificati dalla compagnia dei Carabinieri di Rovigo i tre malviventi che la notte del 27 ottobre aggredirono gli avventori e il titolare del bar San Bartolomeo Caffe’

Denunciati i tre malviventi che hanno picchiato i clienti e devastato il locale 

Baccaglini VW Service

Botte, minacce, danneggiamenti, probabilmente erano ubriachi, i tre avevano terrorizzato gli avventori di un locale picchiandoli selvaggiamente. Due sono italiani, uno è marocchino.

L’indagine condotta dalla Compagnia dei Carabinieri di Rovigo del capitano Giovanni Truglio si è conclusa con successo. Dopo il disastro combinato al bar San Bartolomeo Caffe’, fondamentale l’acquisizione delle immagini delle videosorveglianza presente in un esercizio commerciale limitrofo a Fratta Polesine


 

FRATTA POLESINE (RO) - Lo scorso 27 ottobre, intorno alle 2 di notte, un veicolo in uso ad uno dei denunciati, il cui conducente era verosimilmente in stato di ebbrezza alcolica, con a bordo due di loro, ha effettuato manovre azzardate nella piazza Matteotti di Fratta Polesine, parcheggiandosi poi con le ruote sul marciapiede. Il titolare del bar, in quel momento all’esterno, dopo aver fatto rilevare ai giovani la condotta di guida estremamente pericolosa, è stato colpito da uno di questi all’altezza della gamba da un attrezzo (chiave a bussola). 

I due si sono allontanati, per ritornare poi dopo 10 minuti in tre in stile Arancia Meccanica, a bordo di un altro veicolo, con l’intento di aggredire l’uomo con cui avevano precedentemente discusso. dopo essersi avvicinati alla porta in vetro del bar, con calci e l’arnese usato precedentemente, hanno sfondato la stessa e si sono introdotti all’interno aggredendo con calci e pugni gli avventori presenti, nello specifico tre giovani, tutti residenti in comuni limitrofi, con lesioni tra 5 e 8 giorni di prognosi.

I Carabinieri di Fratta Polesine, allertati da una coppia sposata di 40enni che per paura si era chiusa a chiave nel bagno, raccolte le testimonianze e soprattutto esaminate le telecamere del circuito di videosorveglianza di un esercizio commerciale limitrofo, hanno identificato i tre, soggetti noti con svariati precedenti penali, riconosciuti inoltre dalle vittime in sede di ricognizione fotografica.

I tre dovranno rispondere di lesione personale, minaccia e danneggiamento in concorso. 

Giovedì 10 gennaio i Carabinieri della stazione di Fratta Polesine, al termine di un’attività d’indagine, hanno denunciato a piede libero per lesione personale, minaccia e danneggiamento in concorso: R.O., italiano 20enne residente in provincia di Rovigo, P.G., italiano 21enne domiciliato in Polesine e C.M., marocchino 20enne, tutti con precedenti.

 

 

10 gennaio 2019
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento