INQUINAMENTO ARIA ROVIGO Pm10 in aumento in tutta la Regione ma non in Polesine. Arpav comunica il bollettino sullo stato dell’aria

Scampato pericolo: semaforo arancio in Veneto, escluse Rovigo e Belluno 

Baccaglini VW Service

Superamenti consecutivi a Padova, Venezia, Verona, Vicenza e Treviso dove è stato arrivato iil livello di allerta 1 corrispondente al semaforo arancio. Ovvero blocco delle auto diesel Euro 4 e tante altre disposizioni per ridurre le polveri sottili. Pericolo scampato per Rovigo, dove le giornate di superamento consecutive sono state cinque, ma il sesto giorno, ieri, i valori sono ritornati nella “normalità”



ROVIGO - Pm 10 in crescita in tutta la Regione a parte la montagna bellunese e il Polesine. Dalla scorsa settimana i livelli di PM10 hanno ricominciato a salire portandosi rapidamente ben al di sopra del limite giornaliero. A Padova e a Venezia si sono registrati 6 superamenti consecutivi del valore limite giornaliero, 5 superamenti consecutivi si sono registrati a Verona e a Vicenza: in questi quattro città oggi è stato attivato il livello di allerta 1. L’agglomerato di Treviso mantiene il livello di allerta 1, già assegnato lunedì 7 gennaio. Anche Rovigo ha registrato 5 giornate consecutive del superamento delle Pm10 consentite (LEGGI ARTICOLO), tanto che si temeva l’attivazione del semaforo arancio, invece nella giornata di mercoledì 9 le polveri sottili sono scese a 40 nanogrammi al metrocubo. Pericolo del blocco auto euro 4 scampato, dunque.

“La situazione di criticità - dice Arpav - è diffusa a gran parte del territorio pianeggiante della regione: si sono infatti registrati 6 superamenti consecutivi del valore limite giornaliero a San Bonifacio, 5 presso le stazioni di Area Feltrina e Parco Colli, 4 ad Este”.

Nei prossimi giorni, almeno fino a domenica 13 gennaio, il tempo resterà stabile senza precipitazioni e, anche nelle aree attualmente più ventilate, si assisterà ad un’attenuazione dei venti. Pertanto, non sono previste condizioni meteorologiche favorevoli alla dispersione delle polveri sottili.

La disposizione regionale prevede che dal 1 ottobre al 31 marzo, il lunedì e il giovedì entro le ore 12, Arpav emette il bollettino dei livelli di allerta Pm10. Il livello di allerta è calcolato sul numero di giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero del Pm10: dopo 4 giorni consecutivi scatta il livello 1, dopo 10 giorni consecutivi, il livello 2.

Il prossimo bollettino livelli di allerta Pm10 sarà pubblicato lunedì 14 gennaio 2019.

10 gennaio 2019
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento