ISTRUZIONE ROVIGO L’istituto comprensivo Rovigo 4 propone l’offerta dell’orario a tempo pieno alla scuola primaria Mariele Ventre di Granzette 

Settimana corta alla primaria: via alla sperimentazione in frazione

Baccaglini VW Service

Una nuova offerta viene proposta dall’istituto comprensivo Rovigo 4 per i futuri alluni di classe prima della scuola primaria Mariele Ventre di Granzette, ovvero quella del tempo pieno 



ROVIGO - La scuola primaria Mariele Ventre della frazione di Granzette intende offrire un nuovo servizio per essere più attrattiva per i futuri alunni di classe prima che si dovranno iscrivere per l’anno scolastico 2019-2020. 

L’istituto comprensivo Rovigo 4, diretto da Paola Malengo, ha deciso di proporre il servizio del tempo pieno, una formula già utilizzata in altre scuole della provincia. Una proposta che piace molto, ma che allo stesse tempo comporta una buona organizzazione degli orari di lavori degli insegnanti in quanto le attività di studio per gli alunni si estendono su cinque giorni settimanali, dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 16 lasciando quindi libero il sabato. 

La scuola primaria di Granzette da sempre ha cercato di adeguare l’organizzazione del tempo scuola alle esigenze del territorio. Infatti nel corso degli anni da un modello orario articolato su 6 giorni e 2 rientri, si è passati ad un modello basato su 5 giorni dal lunedì a venerdì, prima con due rientri pomeridiani dedicati ad attività laboratoriali per un totale di 29 ore, successivamente il tempo scuola è stato ridotto a 27 ore con un rientro pomeridiano.

Sensibilità e apertura al territorio sono caratteristiche che trovano corrispondenza nel nome della scuola che dallo scorso anno scolastico 2017/2018 è stata intitolata a Maria Rachele Ventre, famosa direttrice del Coro dell’Antoniano di Bologna, solerte educatrice dedita ai bimbi e alle loro potenzialità. La proposta di attivazione del tempo pieno per la futura classe prima nasce dalla necessità di una riqualificazione della scuola stessa che sia in grado di rispondere ai nuovi bisogni formativi dei bambini di oggi, oltre che alle esigenze culturali e sociali contemporanee.

La scuola presenta una proposta progettuale per la realizzazione di una comunità scolastica che, rispettando i tempi di apprendimento dei bambini, permetta di dedicare maggior tempo all’ascolto svolgendo attività di inclusione per alunni con bisogni educativi speciali e lavorando per gruppi con attività di rinforzo, recupero, potenziamento. Le attività di tipo laboratoriale favoriranno la socializzazione e lo “star bene” a scuola: il tutto impostato su un orario articolato su cinque giorni dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16 per un totale di 40 ore settimanali.

Questa nuova offerta non arriva solo per avere un più ampio servizio in una struttura vicina al centro di Rovigo, ma anche incentivare i genitori ad iscrivere i propri figli per scongiurare il rischio chiusura della scuola della frazione.

 

11 gennaio 2019
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento