Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Con lo screening e l'indagine sierologica il Coronavirus non fa più paura

Avviata la campagna di raccolta dati promossa dal Ministero della Salute e dall'Istat per capire quante persone siano state affette, senza saperlo, o siano al momento positive al virus Covid-19

0
Succede a:
ROVIGO - È cominciata giovedì 11 giugno la campagna di screening nella nuova sede del Censer di Rovigo. Tale screening riguarda tutte le categorie a rischio (Forze dell’Ordine, MMG/PLS, Farmacisti, ecc.) stabilite dai protocolli della Regione Veneto. È eseguito in collaborazione con la Croce Rossa Italiana della sezione di Rovigo; la prossima settimana prenderà il via la medesima attività nel Distretto 2, in collaborazione con la Croce Verde di Adria. In questo caso la sede dell’esecuzione sarà quella della Croce Verde.

La campagna, dalle parole del
la dottoressa Giovanna Casale e la dottoressa Maria Antonella Gennaro, prevede l’esecuzione, per tutte le persone che vengono convocate, del test sierologico rapido. Il test è capace di dare informazioni circa il contagio avvenuto in passato, e superato, magari in maniera asintomatica tanto da non aver preoccupato la persona affetta, così come informazione circa il contagio in corso. In caso di positività al test rapido viene immediatamente effettuato il tampone che è l’unico vero strumento di diagnosi.

Partirà invece la settimana prossima l’indagine sierologica, con il test sul sangue venoso, promossa dal Ministero della Salute e dall’Istat. Anche questa campagna è svolta in collaborazione con Croce Rossa Italiana.
Il campione della Provincia di Rovigo interessa 508 persone: 60 di loro sono già state contattate e 15 hanno già confermato la disponibilità fissando un appuntamento per il prelievo.


Si riportano di seguito i campioni di persone che si intendono coinvolgere in questa attività:
 COMUNEPOPOLAZIONEcampione
teorico
campione
anticipato
campione di partenza
Porto Tolle784852864
Stienta255444455
Trecenta233049862
Villadose416953564
Porto Viro1093556473
Bosaro105747860
Rovigo4644212012152
Adria1321041652
Badia Pol.740046761

Per il territorio della provincia di Rovigo, i Centri prelievo dell’Ulss 5 Polesana mettono a disposizione i locali e gli infermieri per l’effettuazione del prelievo. La Croce Rossa Italiana si occupa invece di effettuare i prelievi a domicilio. centri prelievo.

Di seguito si riportano i centri prelievi individuati quali pià idonei in relazione ai comuni in cui le persone sono state selezionate. Vengono riportati anche i giorni in cui saranno fissati gli appuntamenti.
DENOMINAZIONEINDIRIZZOGIORNI
Punto Prelievi P.O. RovigoOspedale di Rovigo "S. M. della Misericordia" Viale Tre Martiri, 140Dal lunedì al sabato
Punto Prelievi Badia PolesinePunto Sanità Badia Polesine Riviera Miani, 66-86Martedì, mercoledì, giovedì, venerdì
Punto Prelievi P.O. TrecentaOspedale di Trecenta "San Luca" Viale Prof. U. Grisetti, 265Lunedì al venerdì
Punto Prelievi di AdriaOspedale di Adria "S.M. Regina degli Angeli" Piazza Etruschi, 9Dal lunedì al sabato
Punto Prelievo di Porto TolleCentro Socio Sanitario di Porto Tolle Via Matteotti, 194Lunedì, mercoledì, venerdì
Punto Prelievi di Taglio di PoCENTRO SOCIO SANITARIO DI TAGLIO DI PO Via COLLODI, 2Lunedì, mercoledì, venerdì


































“Siamo soddisfatti dei primi riscontri forniti dalle persone contattate – afferma il presidente di Croce Rossa Rovigo, Alberto Indani – è importante capire che questa indagine è essenziale per avere una fotografia della situazione Italiana dell’epidemia”.
 
Articolo di Venerdì 12 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it