Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI

Percorsi pedonali del centro storico accessibili a tutti

Ultimati gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche a Lendinara (Rovigo), si pensa alle frazioni

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) – Finita l'emergenza Covid 19 con la relativa sospensione dei cantieri, gli interventi programmati per l’abbattimento delle barriere architettoniche sono stati ultimati. Fra questi sono da segnalare la posa a dimora di una ringhiera per le due rampe in trachite, una per la chiesa di San Biagio e una per il palazzo municipale. Questi due interventi sono strettamente legati ai lavori per la riqualificazione di piazza Alberto Mario, con l’abbattimento delle barriere architettoniche nei suoi marciapiedi e in quelli delle vie limitrofe. Il costo complessivo dei vari interventi di restyling e riqualificazione dei percorsi pedonali del centro storico ammonta a 128mila euro, dei quali 90mila euro ottenuti dallo Stato in virtù del cosiddetto “Decreto crescita”, che prevedeva contributi per interventi mirati alla mobilità sostenibile e per l'abbattimento delle barriere architettoniche. Come ha dichiarato il sindaco Luigi Viaro, quindi “… sono stati usati i fondi del comune, per proseguire e integrare quanto già iniziato con i progetti di via Cavour e via Varliero fatti con i fondi del governo”. Sempre secondo quanto dichiarato dal Primo cittadino non è stata usata la trachite perché avrebbe richiesto costi straordinari mentre c’era l’urgenza di procedere per migliorare la condizione dei marciapiedi cittadini e ridurre il possibile le barriere architettoniche esistenti.

Allo scopo di rendere accessibili i percorsi pedonali a chi si muove con l’ausilio di una carrozzina ma, anche per migliorare il decoro della piazza in cui si trova lo storico monumento al patriota lendinarese Alberto Mario, tra largo Carducci e la piazzetta c’è un altro cantiere. Il cantiere riguarda anche largo Carducci, in cui sono sistemati i marciapiedi fino al ponte Nuovo con la sostituzione del vecchio asfalto e l’abbellimento con una stampa resinata a caldo, come quelle utilizzate per via Varliero e via Cavour.

Per quanto riguarda, invece, le frazioni, è in atto un confronto tra la Consulta e l'Amministrazione per arrivare all’installazione di telecamere da installare in punti strategici per la sicurezza e la creazione di una fattoria didattica, oltre alle usuali richieste d’installazione di nuovi lampioni e di accorgimenti per la sicurezza stradale. Il sindaco Luigi Viaro ha assicurato alla consulta presieduta da Fabio Bellato la disponibilità dell'Amministrazione a ragionare sulle proposte e per riqualificare il centro di Ramodipalo, magari con il ricavato della vendita dell'ex scuola materna della frazione. Per le telecamere, invece, c’è da risolvere il problema del collegamento wi-fi con la centrale operativa della Polizia locale.

U.M.B.

Articolo di Sabato 13 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it