Condividi la notizia

SUPERMERCATI

Taglio del nastro alla Conad di Lendinara

Inaugurazione con il sindaco di Lendinara (Rovigo) Luigi Viaro giovedì 18 giugno alla “Conad – Spesa Facile” nell’area completamente riqualificata di via Fava

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) – Puntualissimo alle 9, come previsto, “Conad – Spesa Facile” di via Fava giovedì 18 giugno ha aperto al pubblico alla presenza del sindaco di Lendinara Luigi Viaro, di Luca Panzavolta amministratore delegato di Commercianti Indipendenti Associati, dell’assessore al commercio Franco Fioravanti, del nuovo comandante della polizia municipale Mario Sghinolfi e naturalmente di Daniele Trambaiolli e Serena Nicoli della società LaFenice snc che gestisce il punto vendita.

Il Sindaco ha tenuto a precisare, a scanso d’inutili polemiche, come il nuovo punto vendita (similmente a quanto avvenuto per l’ALDI) non sia una nuova licenza, perché il sito aveva già la licenza, ma “… è invece un’occasione importante per la nostra città perché sorge su un'area cittadina completamente riqualificata, occupa 26 nuovi dipendenti e permette di attirare nuove persone da fuori città”.

Luca Panzavolta a sua volta ha tenuto a sottolineare come la filosofia di “Spesa facile” non sia quella delle promozioni settimanali, ma di prezzi fissi, concorrenziali e chiari, ricordando  come il punto vendita Spesa Facile in viale della Scienza a Rovigo, si sia confermato per il secondo anno consecutivo il negozio più conveniente d’Italia nella classifica di Altroconsumo. “Siamo convinti, ha evidenziato Panzavolta,  che nelle fasi di crisi sia necessario investire, l’abbiamo fatto in passato e pensiamo che qui ci siamo le condizioni per poter far bene, del resto a gestire il punto vendita sono imprenditori capaci che nonostante la giovane età hanno già dato prova di sé a Rovigo”.

Indubbiamente, gli abbiamo obiettato, il Conad di via Fava si troverà una difficile competizione per affermarsi a Lendinara, in cui insistono altri sei grandi punti vendita ubicati sulla regionale Rovigo-Badia e la sopravvivenza non è garantita. L’A.D. però, richiamandosi alla filosofia aziendale, ha replicato: “Il programma delle aperture è frutto delle nuove politiche di crescita e sviluppo intraprese dalla cooperativa nel Veneto, crediamo in questo impegno e siamo molto fiduciosi perché puntiamo sulla qualità dei nostri servizi e la valorizzazione dei prodotti a km 0”.

Anche Trambaioli ha detto la sua giocando sul nome della società che rappresenta “La fenice”, ha spiegato che proprio come la fenice rinasce dalle ceneri di qualcosa che non andava, il nuovo punto vendita ha contribuito a riqualificare una zona di Lendinara “ … un po’ cadente e ne siamo particolarmente orgogliosi”.

Ugo Mariano Brasioli

 

Articolo di Giovedì 18 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it