Condividi la notizia

URBANISTICA LENDINARA

Lendinara approva il nuovo regolamento edilizio comunale

Votato all'unanimità il nuovo strumento che incentiva gli interventi su fabbricati oggi in disuso o non abitati. Obiettivo recupero di almeno un 5% degli immobili in abbandono

0
Succede a:
LENDINARA (Rovigo) - Presentato ed approvato all'unanimità dei presenti il nuovo regolamento edilizio comunale del Comune di Lendinara, portato all'attenzione del consiglio comunale dall'architetto urbanista Fabio Vanin dello studio Mate Engineering di Treviso.


Scongiurata l'idea che il regolamento si trasformi in una sanatoria per l'abusivismo e le difformità ad oggi da sanare sul patrimonio edilizio presente sul territorio comunale, così come ricevute rassicurazioni per la tutela del patrimonio storico esistente, il nuovo regolamento viene approvato con un obiettivo chiaro: concedere interventi su fabbricati ad oggi chiusi, che erano a norma, ma secondo le norme attuali non lo sarebbero più, che potranno essere parzialmente adeguati, con un occhio di riguardo, finalizzato al recupero di questi fabbricati.

Il nuovo regolamento edilizio consente micro interventi finalizzati al recupero di almeno un cinque per cento di edifici attualmente non abitati. Possibilità di sanare difformità esistenti sempre nel rispetto del codice civile soprattutto per quanto riguarda distanze tra gli edifici e pertinenze tra i confinanti. Il regolamento viene presentato come uno strumento normativo in itinere, non fisso ed immutabile, ma anzi modificabile e non come strumento urbanistico. Il regolamento perciò norma a livello comunale le modalità costruttive della edificazione, garantendo il rispetto delle normative tecnico-estetiche, igienico-sanitarie, di sicurezza e vivibilità degli immobili e delle pertinenze degli stessi.

"La forza del regolamento potrebbe essere riassunta con la attuale possibilità di costruire sul costruito - afferma l'architetto Fabio Vanin - incentivando la ristrutturazione finalizzata al recupero di edifici esistenti ed al miglioramento delle prestazioni energetiche impiantistiche strutturali ed ecologico ambientali".
 
Articolo di Giovedì 25 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it