Condividi la notizia

LUSIA

Il Comune vuole investire sugli impianti sportivi

Una piastra polifunzionale che possa anche essere coperta per un utilizzo invernale, nell’area del campo sportivo di Lusia (Rovigo), il progetto è stato presentato alla Regione

0
Succede a:

LUSIA (Rovigo) - Ricominciano i lavori del consiglio comunale di Lusia in periodo post covid, consiglio che si è svolto a porte chiuse e rispettando tutte le indicazioni tra i consiglieri presenti.

Tra i punti più importanti all’ordine del giorno, oltre alla ratifica dei verbali della seduta precedente e il rinnovo con la provincia di Rovigo per la convenzione con l’ufficio di statistica, sono state le ratifiche di diverse variazioni di bilancio adottate in giunta comunale. 

La prima è una variazione di bilancio per accedere al contributo per eseguire interventi di riqualificazione energetica e ristrutturazione edilizia con riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche - Por Fers 2014-2020 – Bando DGRV n. 1242 DEL 20.08.2019, con un progetto già presentato per l’ex scuola Pighin e l’ex sede municipale.

Successivamente si passa ratifica delibera di giunta n.44 del 26 marzo 2020 sulla variazione bilancio di previsione con oggetto le spese a completamento del centro prelievi e inserimento di alcune spese su progettazione e collaudi per accedere a vari contributi regionali. Variazione dovuta, in quanto le spese sono finanziate con delle quote che l’ulss sta rimborsando, ma con gap di 2 anni, in quanto stanno arrivando ora le quote 2018. Sono stati inoltre presentati in Regione progetti per interventi fino a 200.000 euro per creare una piastra polifunzionale che possa anche essere coperta per un utilizzo invernale, nell’area del campo sportivo. Dotare la comunità di spazi adibiti ad attività sportive fuori dalle scuole e dalle palestre può essere fondamentale per i ragazzi, specie con l’emergenza covid, che potrebbero comunque praticare sport in sicurezza utilizzando gli spogliatoi del campo sportivo.

È il momento della delibera di giunta comunale n.45 del 1° aprile 2020 riferito a una variazione in via d’urgenza del bilancio di previsione per erogare i buoni alimentari, a seguito dei fondi assegnati dalla Protezione Civile Nazionale. Ad oggi sono stati pubblicati sul sito i criteri di assegnazione in modo da soddisfare le richieste dell’amministrazione trasparente. 

Ultimo punto riguarda la delibera di giunta n. 62 del 28 maggio 2020, variazione coincidente con l’emergenza covid in cui rientra in entrata un contributo statale per la sanificazione dei locali, un contributo della cassa di risparmio per l’attivazione di progetti a sostegno delle famiglie in difficoltà e piccole rettifiche su capitoli di spesa per creare un fondo a sostegno per le attività commerciali andate in emergenza a causa del covid. Si ricorda anche che è stato fatto un avviso di ricognizione ancora visibile sul sito e sulla pagina facebook del comune che riguarda la tari, rivolto a tutte le attività commerciali che sono state costrette alla chiusura dall’emergenza sanitaria. Non essendoci ancora notizie certe sul taglio o riduzione di tale tassa, si paventa comunque la volontà dell’amministrazione di fare un passo verso queste attività penalizzate che effettivamente non hanno prodotto rifiuti nel periodo di chiusura.

Articolo di Venerdì 26 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it