Condividi la notizia

POLITICA CORBOLA

Corbola: la minoranza attacca nuovamente il sindaco Domeneghetti

Doati, Tosato e Bovolenta specificano quello che il sindaco di Corbola (Rovigo) avrebbe dovuto fare e quali sono le sue mancanze dopo l'emergenza Covid-19

0
Succede a:
CORBOLA (Rovigo) - "Numerose sono state finora le proteste dei consiglieri di minoranza Doati, Bovolenta e Tosato nei confronti del sindaco Michele Domeneghetti per il suo atteggiamento arrogante, a volte derisorio e spesso inopportuno, come quando ha denunciato al dirigente scolastico di Anna Paola Tosato una presunta irregolarità di comportamento della stessa, risultata poi fasulla e calunniosa; insomma, un attacco politico di infimo grado (LEGGI ARTICOLO). Così il gruppo di minoranza di Corbola, che commenta poi:

"In tutti questi mesi la minoranza non ha avuto un atteggiamento di mera ostilità, perché sconfitta, verso una maggioranza dominante, bensì ha manifestato una legittima pretesa di rispetto civico, comunicata peraltro al Prefetto sia in forma scritta che personalmente in un incontro con le consigliere Bovolenta e Tosato. Eppure le esternazioni del sindaco, dell’assessore Crepaldi e della consigliera Lescio, rovesciano le parti in commedia. Il “potere” pretenderebbe in pratica di impedire alla minoranza di vedere, di parlare, di suggerire, di criticare, in poche parole di esserci".

"Ma l’affermazione di potere non si è fermata qui: è continuata con una intervista opportunamente costruita, dove Domeneghetti celebra l’elogio della propria azione amministrativa senza raccogliere le critiche della minoranza, proprio un austero e colto “non ragioniam di loro ma guarda e passa”! Peccato che la presunta buona amministrazione del Domeneghetti dimentichi che: al comune non sono stati pagati 180.000 euro di imu. Ci si chiede cosa abbia fatto l’amministrazione per sanare questa voragine; qualche domanda se l’è posta? Qualche indagine l’ha approfondita? A noi non risulta". 

Proseguendo: "Durante la crisi Covid la minoranza aveva offerto la propria disponibilità a collaborare, ma le è stata sbattuta la porta in faccia perché la maggioranza aveva troppo da fare!! A parte i 16.000 euro dati dallo stato e distribuiti alle famiglie bisognose, quali azioni sono state messe in atto in questo periodo così difficile? Il comune illuminato per tre mesi dei colori della bandiera italiana. Viene presentata come un vanto la rinegoziazione dei mutui, cha ha dato un po’ di ossigeno in liquidità al presente, ma che in realtà ha spostato in avanti di anni il debito comunale, penalizzando le generazioni future che si troveranno “sul groppone” un debito più pesante".

Concludendo: "Peccato che a Corbola manchi ancora il pediatra, che il punto prelievi non funzioni, che neppure per il secondo medico sia stata trovata un’alternativa all’ambulatorio. Peccato che la realizzazione della pista ciclabile Sabbioni-Garzara-Corbola sia stato uno specchietto per le allodole, un miraggio ancora lontano. Peccato che per l’estate non sia stata intrapresa per l’infanzia nessuna animazione. Peccato che il Balutin stia andando in malora". 
Articolo di Sabato 27 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it