Condividi la notizia

SCUOLA

Gli alunni hanno sviluppato competenze in informatica e robotica

Con notevole successo si è concluso quest’anno il primo percorso triennale di potenziamento tecnologico alla scuola secondaria di primo grado “G. Bonifacio” di Rovigo

0
Succede a:

ROVIGO - Gli alunni di classe terza della “G. Bonifacio” di Rovigo hanno concluso il primo corso di “Robocodiamo anche noi” un percorso iniziato tre anni fa nell’ambito dell’ampliamento formativo proposto dalla scuola.

Oltre alle attività scolastiche l’Istituto promuove progetti che aiutano gli allievi a sviluppare le competenze indicate dai curricoli e che tengono conto del contesto in cui l’Istituto opera. 

Fra i diversi Progetti di arricchimento dell’offerta formativa caratterizzanti l’Istituto, come per esempio i progetti di Inclusione e accoglienza e il potenziamento musicale, molto gettonato è anche il potenziamento Tecnologico. 

Il percorso ha lo scopo di sviluppare le competenze digitali degli studenti, con particolare riguardo all’inizio del conseguimento della European Computer Driving Licence; al pensiero computazionale e alla robotica educativa. Ogni percorso offre un pacchetto di 20 ore per un totale di 60 ore annue pomeridiane. Il fine è promuovere nei ragazzi diversi obiettivi: l’arricchimento personale sotto la forma del piacere di conoscere e di comprendere; l’acquisizione di nuovi strumenti per un pieno esercizio della propria cittadinanza, la comprensione critica e la migliore integrazione del senso umano delle tecnologie, l’aiuto nell’apprendimento di tutte le discipline, promuovendo trasversalmente la capacità di pensiero e di risoluzione di problemi, come anche di rinforzo e motivazione, lo stimolo alla creatività grazie all’offerta di nuove forme di espressione e, infine, una prima introduzione ai fondamenti dell’informatica, che si basa su un insieme ben definito di concetti ed approcci ormai stabilizzati, quali, ad esempio, gli algoritmi, le strutture di dati, la programmazione. I percorsi promossi attraverso questa azione sono da intendersi in sinergia con la robotica educativa. L’applicazione della robotica educativa unisce l’applicazione del pensiero computazionale a un chiaro approccio multidisciplinare che comprende fisica, matematica, informatica, scienze sociali.

Il percorso è nato anche grazie alla collaborazione con l’Istituto Tecnico Industriale Viola e per questo motivo un ringraziamento particolare va alla Dirigente Scolastica Isabella Sgarbi, che ha messo a disposizione il laboratorio di robotica, e al professor Fabrizio Pizzardo che, insieme ai docenti dell’Istituto Comprensivo Rovigo 1, ha seguito gli alunni nel percorso di robotica.

Il percorso tecnologico è stato riproposto anche per il prossimo anno scolastico ed è stato a tal punto apprezzato che è stato richiesto da ben 44 alunni.

 

 

 

Articolo di Lunedì 29 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it