Condividi la notizia

GUARDIA DI FINANZA 

Il cantiere navale Vittoria costruirà il primo pattugliatore d’altura “green” delle Fiamme Gialle

L’azienda di Adria (Rovigo) si è aggiudicata la commessa dal Comando Generale della Guardia di Finanza per la realizzazione di un OPV da 60 metri dotato di motori ausiliari elettrici per basse emissioni e consumi ridotti.

0
Succede a:

ADRIA (Rovigo) - Il Cantiere Navale Vittoria, azienda specializzata nella progettazione e realizzazione di imbarcazioni militari, paramilitari, da lavoro, commerciali e da trasporto fino a 100 metri di lunghezza, si è aggiudicato la commessa per la progettazione e costruzione di una unità di tipo Offshore Patrol Vessel destinata alla Guardia di Finanza Italiana. L’imbarcazione, da circa 60 metri di lunghezza, sarà il primo pattugliatore d’altura green della flotta in dotazione delle Fiamme Gialle e verrà impiegata per lo svolgimento delle funzioni di polizia economico- finanziaria in mare. L’ordine del Comando Generale della Guardia di Finanza ha un valore complessivo di 32 milioni e 400 mila euro (di cui 28 milioni di euro per la piattaforma navale, circa 3 milioni di euro per la fornitura di carburante e 1 milione e 400 mila euro di servizi di assistenza post-vendita) e prevede anche un’opzione per la costruzione di ulteriori 3 unità. 

Lungo 60 metri, largo circa 10 metri e con un pescaggio di oltre 4 metri, il nuovo OPV di Casa Vittoria avrà la particolare prua ad ascia o Axe Bow in grado di garantire un’ottima tenuta al mare anche in condizioni meteo-marine difficili e senza dover limitare la velocità e la caratteristica di essere un mezzo a basse emissioni e a ridotto impatto ambientale grazie alla presenza di un motore ibrido. La presenza di due generatori elettrici ausiliari per la propulsione a basse velocità di pattugliamento, circa 8-9 nodi, garantirà livelli di emissioni molto contenute rispetto all’impiego dei tradizionali motori endotermici, ridotto consumo di carburante e rumorosità contenuta, l’ideale per questa tipologia di imbarcazioni che svolge la sua attività a velocità di “pattugliamento” e cioè a bassa o bassissima andatura.

L’unità otterrà le notazioni Efficient Ship Eedi (Energy Efficiency Design Index - Indice di efficienza energetica nella progettazione), notazione addizionale di classe dedicata all'efficienza energetica delle navi, Green Plus e Green Passport Plus legata all’impatto ambientale, tutte rilasciate dal RINA.

La consegna dell’unità è prevista entro i 18 mesi dall’avvio dell’esecuzione contrattuale.

“Con orgoglio – dichiara Luigi Duò del Cantiere Navale Vittoria, azienda da oltre 67 milioni di euro di valore della produzione, ebitda a quota 3 milioni e 400 mila euro nel 2019 e circa 65 dipendenti- annunciamo questo importante risultato arrivato in un momento di difficoltà collettiva che proietta però collaboratori e maestranze in un futuro fatto di crescente impegno e nuove sfide. Siamo fieri di ritornare a collaborare con la Guardia di Finanza del nostro Paese per la quale avevamo già realizzato i pattugliatori gemelli P01 Monte Sperone e P02 Monte Cimone, le più grandi navi mai realizzata per il corpo di Polizia, e di raggiungere un ulteriore e importante primato. Consegneremo, infatti, alle Fiamme Gialle il primo pattugliatore verde della flotta, un vero e proprio concentrato di tecnologia e soluzioni all’insegna della sostenibilità ambientale”.

L’azienda Cantiere Navale Vittoria, fondata ad Adria (Rovigo) nel 1927 dalla famiglia Duò, progetta e realizza imbarcazioni militari, paramilitari da lavoro, commerciali e da trasporto fino a 100 metri di lunghezza, rispettando i più elevati standard qualitativi comprovati dalle certificazioni ISO 9001 (Sistemi di gestione per la Qualità - Requisiti), ISO 14001 (Sistema di gestione Ambientale), OHSAS 18001 (Sistema di gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori) e ISO 3834-2 (Saldatura Automatica e Manuale). Dalla sua fondazione il Cantiere Navale Vittoria ha costruito oltre 870 unità navali, vedendosi assegnate nel tempo diverse forniture per imbarcazioni della Guardia Costiera italiana, dei Vigili del Fuoco, della Guardia di Finanza e della Marina Militare. L’azienda si è aggiudicata inoltre numerose commesse internazionali da Malta, Cipro, Libia, Croazia, Slovenia, Tunisia, Algeria, Russia e Romania, oltre che diversi progetti da parte di alcuni dei più importanti armatori italiani dell’ Oil & Gas dei trasporti e dei lavori marittimi.

 

Articolo di Lunedì 29 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it