Condividi la notizia

SANITA’

Attivo il piano caldo 2020 in tutta la provincia

L’elevato tasso di umidità e la conseguente calura delle ultime giornate hanno reso subito operativo il piano caldo dell’Ulss 5 Polesana di Rovigo

0

ROVIGO - L’Azienda Ulss 5 Polesana anche quest'anno, in continuità con l'esperienza sviluppata negli anni scorsi, ha predisposto un piano operativo che prevede  azioni atte a prevenire le patologie da elevate temperature nella popolazione considerata “a rischio” , in linea con le indicazioni del Ministero della Salute e della Regione Veneto. L'obiettivo di questo piano è quello di assicurare nel periodo estivo, il coordinamento di una rete strutturata ed integrata anche con i Servizi Sociali dei Comuni, di interventi di tutela, sia preventivi che assistenziali, nei confronti della popolazione considerata “a rischio” per contenere eventuali danni alla salute.

La  popolazione  a  rischio è composta da: anziani, bambini da 0 a 4  anni, diabetici, ipertesi, soggetti sofferenti di malattie venose, persone non autosufficienti, soggetti affetti da patologie renali, soggetti sottoposti a trattamenti farmacologici

“L’elevato tasso di umidità e la conseguente calura delle ultime giornate hanno reso subito operativo il piano caldo – spiega il Direttore Generale Antonio Compostella - nuovamente all’attenzione di Ulss 5 Polesana il Piano Emergenza Caldo, messo in atto annualmente dal reparto di Igiene e sanità pubblica coordinato dalla dottoressa Margherita Bellè in collaborazione con la direzione dei due Distretti socio – sanitari e con Federfarma. Le farmacie sono infatti importanti punti salute dove saranno a disposizione materiale e pieno supporto alle persone soffrenti. I problemi sulla salute per parte della popolazione legati al caldo, fanno riferimento principalmente alla popolazione che comprende gli anziani, i bambini tra 0-5 anni, persone con particolari patologie croniche e persone che assumono quantità considerevoli di farmaci, come  chi soffre per cuore e ipertensione, e tende ad addensare il sangue. Chiedo a tutti, operatori della salute, familiari, operatori dei servizi essenziali di osservare e stare vicino ai nostri anziani. Certamente le persone più esposte, spesso con con una scarsa rete parentale di supporto che nel periodo estivo, e che faticano a mettere in pratica questi usuali comportamenti per prevenire le patologie legate al caldo. Federfarma, partner di Ulss 5 Polesana è pronta ad intervenire nel momento del bisogno per ogni problema legato al caldo, facendo prevenzione e informando la cittadinanza”. 

Margherità Bellè, Responsabile Igiene e Sanità pubblica, ha profilato alcuni semplici consigli su come ci protegge dal caldo: Evitare esposizione prolungata e diretta al sole; Idratarsi ripetutamente e adeguatamente durante la giornata; Seguire una dieta adeguata, prediligendo pasti piccoli e frequenti, consumando preferibilmente frutta e verdura. Prestare molta attenzione all’uso di farmaci.

Articolo di Mercoledì 1 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it