Condividi la notizia

CALCIO PRIMA CATEGORIA

Braiato: Masiero voleva chiudere l'attività, noi abbiamo deciso di andare avanti

Il neo vicepresidente e segretario storico del Crespino - Guarda Veneta (Rovigo), risponde alle dichiarazioni dell'ex presidente Giampaolo Masiero e parla anche del futuro

0
Succede a:
CRESPINO (Rovigo) - "Il presidente, ormai ex, Gianpaolo Masiero dopo aver illuso l'ambiente per il passaggio di categoria a sorpresa ci annunciava la sua rinuncia argomentando motivazioni organizzative". Così il segretario e neo vicepresidente del Crespino - Guarda Veneta, Antonio Braiato in risposta a quanto dichiarato dall'ex presidente qualche giorno fa (LEGGI ARTICOLO). 

"Per Masiero la società Crespino Guarda doveva chiudere l'attività. Messa ai voti il figlio Alessandro Masiero e appunto il padre si sono trovati con 2 voti per la chiusura mentre la maggioranza della dirigenza optava per la continuazione. Dispiace per il presidente che sia andata a finire con la sua uscita di scena visto che dopo due stagioni di collaborazione sono arrivati risultati importanti".

Specificando poi: "La società ha deciso fin da subito di continuare visto che la passione non ci ha permesso di mollare e il mondo sportivo ci ha incoraggiato. Attorno alla squadra ci sono diverse collaborazioni comprese quelle con i comuni punto di riferimento per la gestione delle strutture in convenzione. Ora stiamo lavorando per rinnovare la società ed è nostra intenzione onorare questa promozione con la partecipazione delle attività giovanili".

Concludendo: "Il sottoscritto e tutte le persone che si prestano per aiutare stiamo creando una situazione ottimale per regalare ai nostri tifosi delle belle soddisfazioni e non siamo Deserto come qualcuno in maniera avventata ci ha definiti. Abbiamo bisogno di tutto il mondo sportivo per affrontare un campionato così importante e per onorare le nostre lontane tradizioni sportive".
Articolo di Giovedì 2 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it