Condividi la notizia

L’INIZIATIVA

Indetto il premio in ricordo di Lucia Bartolini

E’ stata giudice del distretto della Corte d'Appello di Venezia, presso i Tribunali di Bassano del Grappa e Treviso, dal 2008 a Venezia in qualità di giudice del Tribunale del Riesame fino alla prematura scomparsa nel 2015

0
Succede a:

ROVIGO – E’ indetto il premio in ricordo di “Lucia Bartolini”, quale esempio di talento femminile speso a servizio della giustizia e della collettività, che si è fatto strada in un ambito, quello della magistratura, fra gli ultimi a consentire l'accesso alle carriere delle donne. Destinatari dei premi sono le piccole e medie imprese (fino a 250 dipendenti), gli enti locali e le articolazioni territoriali della pubblica amministrazione; le organizzazioni del terzo settore, le associazioni sindacali e di categoria; gli ordini e collegi professionali. A promuovere il premio “Lucia Bartolini” è la Consigliera di parità della Città metropolitana di Venezia, che gode del patrocinio di Confindustria Venezia area metropolitana Venezia e Rovigo, Unioncamere del Veneto e Veneto Lavoro, e per la nostra provincia ha aderito e sua volta si pone come cassa di risonanza la Consigliera di Parità della provincia di Rovigo Loredana Rosato.

“E’ dalle buone prassi che bisogna partire per realizzare un'efficace azione di contrasto e prevenzione delle discriminazioni in ambito lavorativo – dichiara la Consigliera Rosato - nel periodo storico che stiamo attualmente vivendo le donne sono decisamente in prima linea non solo nell'emergenza sanitaria, ma anche nel sociale, nel settore assistenziale ma soprattutto in casa dove stanno affrontando situazioni difficilissime di conciliazione di lavoro e cura dei figli. Ora più che mai è da esempi virtuosi che ne nascono altrettanti, che possono costituire stimolo a tante aziende per avere la forza di realizzare iniziative volte alla piena realizzazione della parità di genere”.

Il “Premio Lucia Bartolini” si pone l’obiettivo di far emergere le buone pratiche delle organizzazioni pubbliche e private in materia di conciliazione, vita, lavoro e responsabilità sociale d’impresa, ed è finalizzato a promuovere l’occupazione femminile. Particolare rilevanza viene data, inoltre, alle politiche e alle pratiche di welfare aziendale o locale, anche in collaborazione con altri soggetti del territorio, in una logica di rete per l’innovazione sociale. Non solo: in considerazione dell’impatto dovuto alla fase di emergenza sanitaria, il Premio ha previsto eccezionalmente due premi speciali della giuria: ad "Azienda resiliente" per azioni di mitigazione degli effetti negativi dell'epidemia sulla produttività aziendale e sulle condizioni di vita e di lavoro del personale dipendente, e a "Persona resiliente", attraverso la candidatura di una lavoratrice che si sia distinta in tale contesto. Saranno 23 le proposte selezionate dalla giuria che verranno premiate con una targa e un attestato di riconoscimento. La giuria potrà assegnare inoltre una o più menzioni speciali a particolari progetti di maggiore aderenza con le finalità del premio.

Il premio è dedicato a Lucia Bartolini, che è stata giudice del distretto della Corte d'Appello di Venezia, presso i Tribunali di Bassano del Grappa e Treviso, dal 2008 a Venezia in qualità di giudice del Tribunale del Riesame fino alla prematura scomparsa nel 2015.

Silvia Cavallarin, Consigliera di parità della Città metropolitana di Venezia ha sottolineato come con questa iniziativa si chiuda un percorso avviato tre anni fa, in cui è stato trattato il tema della responsabilità sociale d'impresa in ottica di genere, intesa come valorizzazione del lavoro femminile, qualificato e competente, in grado di valorizzare a sua volta l'impresa e il territorio, cercando le migliori esperienze esistenti, per diffonderne l'utilità e le potenzialità".

La documentazione dovrà essere prodotta entro il 30 settembre 2020 alla mail premioluciabarolini@cittametropolitana.ve.it - Info e contatti: Segreteria organizzativa c/o Consigliera di parità metropolitana Venezia - tel. 041 2501813 – 1814 - cell. 338 3161438 e Consigliera di parità provinciale di Rovigo: tel. 0425 386371-441.

 

Articolo di Venerdì 3 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it