Condividi la notizia

TV SOLIDALE

Il progetto che vince la solitudine della parrocchia di San Bortolo su Rai2

Mercoledì 8 luglio alle 14.30 il focus dell'iniziativa di sostegno agli anziani "Conta su di noi", sostenuta da Fondazione Cariparo, nella trasmissione L'Italia che fa, condotta da Veronica Maya

0
Succede a:
ROVIGO - La trasmissione di Rai 2 "L'Italia che fa" mercoledì 8 luglio presenta un focus speciale sulle iniziative per gli anziani realizzate dalla Parrocchia di San Bartolomeo apostolo di Rovigo con il contributo di Fondazione Cariparo.

“L’Italia che fa”, trasmissione in onda dal lunedì al venerdìalle 14.30 su Rai 2 e condotta da Veronica Maya, ha scelto di raccontare il progetto Conta su di noi realizzato dalla Parrocchia di San Bartolomeo apostolo di Rovigo con il contributo di 51.000 euro da parte della Fondazione Cariparo
Conta su di Noi verrà illustrato da don Andrea Varliero e don Christian Malanchin, che analizzando, insieme al Centro di Ascolto Caritas parrocchiale, le difficoltà vissute dalla comunità, hanno riscontrato una fragilità nascosta: quella della solitudine delle persone anziane. Una fascia di popolazione autosufficiente e non in particolare soglia di povertà eppure esposta a marginalità sociale. Un cono d’ombra di persone non segnalate dai servizi sociali, non seguite dai servizi sanitari, non residenti in strutture per anziani, eppure profondamente segnate da una solitudine quotidiana. Il progetto ha dato vita al mediatore di prossimità, una figura in grado di riallacciare i ponti tra le diverse generazioni, consentendo agli anziani di avere così un collegamento con il mondo esterno e di interagire con la comunità. Durante la puntata si collegherà anche Fabio Cannavaro.
 
“L’Italia che Fa” è una trasmissione dedicata alle “storie, ai progetti, ai desideri di chi si impegna per gli altri, guarda al futuro e vuole ripartire” e porta sul piccolo schermo progetti e storie di persone ed enti non profit che già prima dell’emergenza Cocid 19 erano impegnati per il bene comune, in servizi verso le categorie fragili o in iniziative innovative. Cercando di sostenerle e aiutandole a realizzare i loro progetti.

Giuseppe Toffoli, vice presidente della Fondazione, dichiara “Abbiamo aderito al format propostoci dalla Rai perché riteniamo che sia un’iniziativa in grado di far conoscere una realtà italiana poco nota al grande pubblico: quella che mette insieme persone, istituzioni, aziende e Terzo settore per realizzare progetti al servizio delle persone più fragili. Quando la redazione de “L’Italia che Fa” ci ha chiesto di segnalare alcune iniziative sostenute dal nostro ente con le caratteristiche richieste dalla trasmissione, non abbiamo avuto dubbi nell’indicare per Rovigo il progetto Conta su di noi".
Don Andrea Varliero, parroco di San Bartolomeo, aggiunge: “Le riprese televisive sono state una straordinaria esperienza che ha permesso di fare il punto della situazione su quanto di più bello si sia potuto creare da quando il progetto è salpato. Vedere i volti dei nostri anziani, ascoltare le loro testimonianze di quanto la presenza dei mediatori di prossimità Marco Oggianu e Alessandra Barbini sia stata essenziale alle loro giornate, vivere un progetto coniugando disciplina scientifica, grazie al geriatra Moira Ceci e alla pedagogista Patrizia Nicolin, alla passione di tanti volontari e dei mediatori di prossimità, è stato un dono immenso. Il progetto si è rivelato fondamentale in questi mesi di quarantena, garantendo un “Pronto Farmacia”, una “Spesa Amica”, un “Ti faccio la fila alle Poste”, una telefonata quotidiana che hanno permesso a tutti di rimanere in relazione. Conta su di noi ha fatto ritrovare il rapporto tra le generazioni e il sorriso sociale dell’anziano, creando relazione, vera ricchezza per tutti noi”.

 
Articolo di Domenica 5 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it