Condividi la notizia

SICUREZZA

Notte agitata ai Lidi ferraresi tra risse e rave party

Una lunga notte di lavoro per i Carabinieri di Comacchio (Ferrara) terminata solo alle 5 e 50 del mattino di domenica 5 luglio

0
Succede a:

LIDO DELLE NAZIONI (Ferrara) - La notte appena trascorsa, a cavallo fra il sabato e la domenica, ha visto i Carabinieri di Comacchio impegnati in diversi interventi, tutti dovuti alla forte presenza di turisti in zona. L’evento più eclatante è occorso intorno alle ore 22 in località lido Nazioni, in un’area rurale tra il bagno “i camini” ed il bagno “i tre moschettieri”.

La sala Operativa della Questura informava la Centrale Operativa dei Carabinieri di Comacchio che era in fase organizzativa un rave party sull’arenile nella zona sopra indicata, difficilmente raggiungibile coi mezzi.

I militari delle Stazioni Carabinieri di Comacchio, Porto Garibaldi, Lagosanto e di Lido Estensi, immediatamente supportati con l’invio di ulteriori autoradio dei Carabinieri da tutta la provincia di Ferrara per un totale di 11 pattuglie, compresa una del Comando della Polizia Locale di Comacchio, a seguito della segnalazione intervenivano presso l’arenile dove un già nutrito gruppo di una cinquantina di giovani stava per dar corso all’evento illegale, riuscendo a disperdere i presenti prima che il medesimo avesse inizio, nonché ad impedire l’arrivo delle altre persone che tentavano di raggiungere la location. L’immediato intervento permetteva di scongiurare ogni problema di ordine pubblico. Sono in corso ulteriori accertamenti.

Ma la notte aveva già riservato, e riservava, ulteriori accadimenti, riportiamo di seguito solo quelli più rilevanti: alle 20 e 30 sulla strada provinciale per Comacchio i Carabinieri intervenivano su richiesta di un autista TPER poiché tre giovani, immediatamente identificati e deferiti in stato di libertà, avevano rotto il vetro posteriore del mezzo; alle ore 22 e 45 varie telefonate giunte sul 112 segnalano la presenza di circa 600 persone presso il bagno “Malua”, che non rispettavano le distanze di sicurezza malgrado i ripetuti tentativi del personale di far rispettare le norme ribadendo di indossare le mascherine e di mantenere la distanza di sicurezza, i militari intervenuti (una sola pattuglia, poiché le altre erano impegnate nella gestione del rave party) si adoperava al fine di disperdere l’assembramento; alle 23  presso il bar “Havana” venivano segnalati dei giovani che rovesciavano i bidoni della raccolta rifiuti quando i Carabinieri giungevano sul posto non vi era più alcuna traccia dei giovani ed i Carabinieri si fermavano in zona per effettuare un posto di controllo con funzioni preventive; alle 00:20 veniva segnalata una lite in strada in viale Raffaello Sanzio a Lido Spina, ma all’arrivo dei militari non c’era nessun persona; meno di un’ora dopo, sempre a Lido Spina, identica segnalazione di rissa in atto tra una decina di persona in viale Michelangelo Buonarroti, ed anche in questo caso non veniva trovato nessuno dai Carabinieri immediatamente intervenuti; alle 2 a Codigoro in via XX Settembre veniva segnalata una persona esanime a terra, i Carabinieri giunti immediatamente insieme a personale del 118 trovavano steso a terra addormentato un uomo del posto di 43 anni che, appena svegliato ed ancora non perfettamente ripresosi dai fumi dell’alcool, ben pensava di oltraggiare i militari, per cui veniva deferito in stato di libertà alla Procura estense; alla stessa ora a Comacchio nel parco di viale delle Querce veniva segnalato un giovane steso a terra privo di sensi, anche i questo caso l’intervento congiunto di Carabinieri e 118 permetteva di appurare il buono stato di salute del giovane di 22 anni, che veniva affidato ai suoi amici e riaccompagnato a casa; alle 3:05 presso il locale McDonald’s di Porto Garibaldi si creava nuovamente un importante assembramento di persone per il quale veniva richiesto l’intervento dei Carabinieri. 

Alle 3:35 i Carabinieri intervenivano presso lo stabilimento “Bagnoschiuma” perché dei ragazzi si erano introdotti sulla spiaggia senza autorizzazione e creavano fastidio, i Carabinieri trovavano tre giovani che, sdraiati sui lettini, stavano chiacchierando per cui venivano fatti allontanare; alle 4:15 i Carabinieri intervenivano per un incidente stradale sulla SP62 insieme al 118, in effetti veniva rinvenuta un’auto ribaltata tra Italba e Mezzogoro all’altezza della gran linea, la pattuglia dei Carabinieri di Mesola sul posto appurava trattarsi di una uscita autonoma di strada da parte di un veicolo Audi A4 con due persone a bordo che rifiutavano le cure del 118, tuttavia il conducente risultava positivo al controllo etilometrico (tasso alcolico 0.70 g/l) e pertanto gli veniva ritirata la patente e veniva segnalato amministrativamente alla Prefettura nonché deferito in stato di libertà; alle 4:40 venivano segnalati schiamazzi da parte di alcuni giovani, poi non trovati, presso il parcheggio dello stabilimento balneare “il Vascello” di Lido Estensi; alle 5:30 i Carabinieri intervenivano per una lite in strada tra una coppia separata a Porto Garibaldi, riportando la calma tra i due; poco dopo i Carabinieri hanno chiesto l’ausilio di personale della locale Capitaneria di Porto per un pattino messo in acqua, ed ora alla deriva, da alcuni ragazzi in zona Porto Garibaldi; alle ore 5:50 veniva segnalata una persona che, a Lido Spina, dopo un alterco con tre ragazzi in bicicletta per motivi di circolazione, si era posto al loro inseguimento in auto, non venendo tuttavia trovati.

Poi, con l’arrivo del giorno e con il cambio turno, ha ripreso la vita da turista per i villeggianti e sono continuate le attività di prevenzione e tutela dei cittadini da parte dei Carabinieri dei lidi ferraresi.   

Articolo di Domenica 5 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it