Condividi la notizia

CALCIO

“Abbiamo voglia di far divertire i nostri tifosi” 

180 tesserati, il Rovigo calcio ha voglia di crescere, il patron Roberto Benasciutti e Luca Reale, per il settore giovanile, puntano in alto. La Juniores sarà guidata da Pavani

0
Succede a:
Roberto Benasciutti e Luca Reale

ROVIGO - Porte dello stadio Gabrielli chiuse, in attesa di una decisione del Comune sul da farsi, ma il Rovigo calcio non si perde d’animo e continua la costruzione della stagione sportiva 2020/21. Mentre la società si riassetta nel proprio organigramma, che verrà ufficializzato nelle prossime settimane, la famiglia biancazzurra continua a crescere sia in numero di tesserati che di dirigenti; investimenti umani ma anche economici, nelle strutture e nei mezzi di trasporto della società.

“Sono molto contento del lavoro che stiamo svolgendo, la società in questi due anni ha messo le basi e ora siamo pronti al lancio, ho avvicinato alcuni imprenditori che con me contribuiranno a portare il Rovigo nelle piazze che merita, passo dopo passo, con i piedi per terra ma con determinazione e professionalità, portando sempre più polesani in campo con la maglia del Rovigo” dice il patron Benasciutti.

Sono circa 180 i tesserati del Rovigo, la stagione si prospetta impegnativa, ma pronta a dare importanti soddisfazioni alla città e soprattutto ai tifosi, oltre alla prima categoria che ha visto la riconferma di Pizzo per proseguire il cammino verso la promozione, insieme al preparatore atletico Pilotto e al massaggiatore Zanetti; molte riconferme e nuovi arrivi già annunciati, ma la società ha in serbo altri tre colpi per rinforzare la rosa. Cambio nella juniores, grande salto nel campionato regionale, dopo una stagione interrotta ma comunque esaltante, con la squadra che sarà guidata da mister Pavani e il suo staff.

“Il settore giovanile sarà colonna portante del Rovigo del futuro - afferma Luca Reale, presidente del settore giovanile - abbiamo confermato tutte le squadre della filiera, e ne aggiungeremo altre visto l’aumento di tesserati e continuiamo il percorso iniziato tre anni fa; nonostante le difficoltà cerchiamo e stiamo riuscendo a riportare a Rovigo i tanti giovani rodigini che non hanno mai vestito la maglia della propria città”.

Ad affiancare Bruno Bernardinello, già responsabile del settore giovanile, da qualche settimana lavora già a Rovigo anche Bernardo Guariento, grande conoscitore del calcio giovanile che sta contribuendo ad implementare le formazioni giovanili che già quest’anno hanno affrontato con ottimi risultati i campionati regionali giovanissimi, giovanissimi sperimentali, allievi, esordienti, pulcini e primi calci.

Il Rovigo punterà sicuramente a risultati ambiziosi con la prima squadra, ma avrà sempre un occhio particolare per i giovani, che saranno affidati a tecnici qualificati e professionisti oltre che educatori, essendo il progetto sportivo legato ad una missione sociale che è quella di consentire lo sport per tutti, indipendentemente dalle qualità tecniche o dalle capacità economiche.

Oltre ai già qualificati staff capeggiati dagli allenatori La Rosa, Puozzo, Zuolo, Collo, Sartori, Marini, la società ha accolto con entusiasmo e soddisfazione quale responsabile della scuola calcio Luca Ercolin, docente all’università di Ferrara, formatore di grande esperienza che porterà un significativo contributo nella crescita della famiglia biancazzurra e soprattutto del suo vivaio con l’obiettivo di tornare nell’elite.

“Abbiamo voglia di far divertire i nostri tifosi e di vedere i nostri ragazzi con le loro famiglie a sostenere il Rovigo, mi sono messo a disposizione della città e intendo ringraziare gli sponsor, i dirigenti, i tecnici, e tutti gli atleti che con me condividono questo progetto che ci vedrà insieme per molti anni” conclude Benasciutti.
Intanto martedì 7 luglio a Palazzo Nodari c'è stato un incontro con il sindaco Gaffeo per discutere della questione stadio. (LEGGI ARTICOLO).

 

Articolo di Martedì 7 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it