Condividi la notizia

CULTURA

Costa è “Città che legge” anche per il biennio 2020-21

Lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva, il Comune di Costa di Rovigo c’è. L’11 settembre Notte bianca delle biblioteche

0
Succede a:

COSTA DI ROVIGO - Costa di Rovigo festeggia, per la terza volta in quattro anni, il riconoscimento di “Città che legge”. La qualifica, secondo quanto recita il bando, viene conferita alle comunità urbane che si impegnano nella diffusione della “lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva”. 

E non si può certo dire che Costa non si sia fatta carico di questo obiettivo. Già premiata nei bienni 2017-18 e 2018-19, riceve anche quest’anno il riconoscimento di città attiva nella promozione della lettura, grazie alle numerose attività con il libro a fare da protagonista. Tra le più consolidate, “Libri-punti-libri” che ha visto gli studenti delle scuole medie sfidarsi sui più noti classici della letteratura italiana. New entry, invece, è “Appuntamento al buio con i libri”, una gara di lettura pensata per i bambini delle scuole elementari, con una particolarità: è impossibile giudicare un libro dalla copertina, perché celata dietro ad un involucro di carta da pacchi. I libri da leggere vengono, infatti, scelti alla cieca e solo dopo si scopre il loro contenuto. 

La Biblioteca “Manfred B. Buchaster” non si è fermata nemmeno durante il lockdown e, grazie alla disponibilità della Protezione Civile, ha organizzato una consegna dei libri “a domicilio”, per permettere ai compaesani di godere del piacere della lettura senza dover uscire di casa.

Tra le iniziative di prossima realizzazione, la “Notte bianca delle biblioteche” che si svolgerà l’11 settembre.

 

 

Articolo di Giovedì 9 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it