Condividi la notizia

BANDO PERIFERIE

Altro carteggio da Roma sull'ex Maddalena. Rovigo ribadisce: "Vi collocheremo servizi di pubblica utilità in ambito comunale"

Il capoluogo polesano sta attendendo il La dalla capitale per partire con il recupero di un edificio monumentale, da acquistare dai privati, del parco e del quartiere Commenda

0
Succede a:
ROVIGO - Il tavolo tecnico della segreteria del Consiglio dei Ministri si è rifatto vivo in Comune a Rovigo. Il progetto è la riqualificazione dell'ex ospedale Maddalena per il quale il Comune di Rovigo, pur posizionandosi in coda alla lista dei 120 comuni richiedenti il Bando periferie, ancora di origine renziana, avrebbe goduto prima di 18, poi di 13,5 milioni di euro di finanziamenti, a rendicontazione di lavoro, che non sono arrivati visto che l'ok ai lavori non c'è ancora stato.

E' vero che ci sono state delle variazioni nel progetto, è vero che è mutato l'importo richiesto, è vero che c'è stata l'emergenza Covid, ma questo finanziamento sta assumendo più i connotati del miraggio che quelli della realizzabilità.

Nei giorni scorsi in Comune di Rovigo è arrivata una ulteriore richiesta, "ci chiedono definizioni sulla progettualità - spiega il sindaco Edoardo Gaffeo - noi rimaniamo fermi su un percorso che merita la giusta attenzione. Ci chiedono di fornire delucidazione complessive sulla tipologia dei servizi che intendiamo inserire nell'edificio. Noi abbiamo specificato: che vi collocheremo servizi di pubblica utilità in ambito comunale".

La destinazione degli uffici pubblici all'interno del Maddalena si ricollega alla necessità di trovare una collocazione al nuovo tribunale di Rovigo, che il ministero di Giustizia urgentemente ricerca. Uno dei precedenti carteggi tra Comune di Rovigo e segreteria della Presidenza del Consiglio infatti chiedeva la disponibilità di potervi collocare gli uffici del tribunale (LEGGI ARTICOLO), alla quale Roma rispose affermativamente. Successivamente il sindaco Gaffeo dovette fare una sorta di retromarcia per le pressioni della città per realizzare il nuovo tribunale accanto all'attuale palazzo di Giustizia, sull'ex carcere di via Verdi, dove però è in fase di progetto esecutivo il nuovo carcere minorile (LEGGI ARTICOLO), altra opera prioritaria per Roma. Una faccenda intricata che, salvo sciogliere le riserve romane, avrà probabilmente un esito scontato.
Mentre le risposte certe non arrivano, Gaffeo cerca di tenere agguantati i 13,5 milioni di euro per il Maddalena e il quartiere Commenda, rischiando però di svuotare il centro storico del tribunale a fianco del quale potrebbe arrivare un carcere minorile.

 
Articolo di Venerdì 10 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it