Condividi la notizia

FASE 3

La continua sovrapposizione di regole e norme “disorientanti” 

Scuola: Fervono i preparativi a Lendinara (Rovigo) per ripartire in tutta sicurezza, obiettivo non sdoppiare le classi

0
Succede a:
Francesca Zeggio e Laura Riviello

LENDINARA (Rovigo) -  Chi a tempo non aspetti tempo si diceva una volta così l’assessore alla Pubblica istruzione di Lendinara Francesca Zeggio, e la dirigente scolastica, ciascuna per quanto di competenza,  stanno lavorando per la riapertura delle scuole a settembre nel rispetto delle normative.

L’obiettivo è complesso per la dirigente scolastica Laura Riviello, che lamenta la continua sovrapposizione di regole e norme “disorientanti” sulla necessità di organizzare la riapertura senza arrivare a sdoppiare le classi. La Riviello senza nascondersi le difficoltà  dichiara: “Stiamo cercando tutte le soluzioni possibili per ottimizzare tempi e spazi, valutando tutte le ipotesi per minimizzare i cambiamenti, nonostante gli inevitabili scaglionamenti nelle entrate e nelle uscite imposte dalle normative, fortunatamente le amministrazioni di Lendinara e Lusia stanno genuinamente collaborando, per quanto di loro competenza”. 

La speranza, per la dirigente scolastica, è che non si susseguano direttive che vanificano gli sforzi organizzativi: “Solo ieri è ci sono giunte interpretazioni applicative sulle direttive emanate del CTS che non facilitano il lavoro”. In effetti, la dirigente evidenzia come l’uscita continua di interpretazioni delle norme finisce con il rallentare il lavoro. L’augurio è che la cornice normativa non sia ulteriormente modificata. Molto, tuttavia dipenderà dall’evolversi della curva dei contagi. In ogni caso già a giugno la scuola ha organizzato una serie d’incontri definiti “patti emotivi” per illustrare la situazione, anticipando che in ogni caso la situazione potrebbe modificarsi. Un problema di non poco conto è quello sanitario per il quale si auspica l’assegnazione di un medico referente per conoscere nel dettaglio come comportarsi. Quello relativo agli spazi per garantire la sicurezza è un altro problema, in questo caso si valuta la possibilità di utilizzare, se necessario, spazi usualmente utilizzati per attività di laboratorio. La preoccupazione della dirigente è proiettata al periodo delle malattie stagionali autunno-invernali, che potrebbero complicare non poco la prevenzione del contagio. Allo scopo si prevede d’installare piccole telecamere da mettere in aula per consentire agli alunni assenti per malattia di seguire le lezioni da casa.

Alle amministrazioni comunali spetta invece l’onere di provvedere alle attrezzature, agli arredi e all’organizzazione dei servizi accessori: mensa e trasporti. Per questo Francesca Zeggio sta portando avanti la riorganizzazione dei servizi di trasporto ipotizzando anche il piedi bus per sfoltire le presenze sugli scuolabus e la collocazione di appositi punti di raccolta protetti per l'accoglienza degli alunni in vista degli ingressi scaglionati.

Circa gli spazi, rassicura la Zeggio, in alcuni casi, come alla scuola elementare Sauro di Ramodipalo, non ci dovrebbero essere problemi di distanziamento visto che offre aule inutilizzate al primo piano mentre alla Baccari si prevede utilizzare gli spazi mensa. “Solo ieri, racconta l’assessore,  abbiamo fatto una riunione con i responsabili dei servizi e dell’ufficio tecnico per capire la disponibilità per organizzare i servizi di pre-scuola, post-scuola, mensa e trasporto in base alle esigenze constatando la sussistenza di spazi sufficienti per affrontare l’anno scolastico in tutta sicurezza”. Per lo scagliamento delle entrate, invece, si stanno studiando quelli necessari al “triage”: uno in via Marconi e uno da via Canozio con strutture coperte e dignitose (non certo container).

L’amministrazione ha, inoltre, messo a disposizione l’uso del palazzetto dello sport e, qualora necessario, del teatro Ballarin.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Venerdì 10 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it